28-03-2006

Buongiorno, a mia madre è stato diagnosticato un

Buongiorno, A mia madre è stato diagnosticato un astrocitoma di grado III, è stata operata il 31 gennaio. Purtroppo non è stato possibile asportare completamente la massa tumorale, ma l'80%. In un primo tempo ci è stata consigliata chemio in pillole e Radioterapia (la prima diagnosi era glioblastoma con l'Esame istologico si è parlato di astrocitoma), dopo l'arrivo dei risultati dell'esame istologico il Neurochirurgo ci ha sconsigliato di procedere alla terapia, asserendo che i vantaggi che si potrebbero ottenere non giustificherebbero una qualità di vita scadente dovuta agli effetti negativi che potrebbe avere la radioterapia. Vorrei ulteriori pareri, perchè restare fermi ad aspettare senza far niente neanche mi sembra giusto. Grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Se le condizioni generali e neurologiche della paziente sono accettabili a scopo palliativo va tentata la CT con Temodal e la RT sul letto operatorio; è una decisione che deve prendere l’oncologo medico di riferimento.
TAG: Oncologia | Tumori