06-02-2006

Buongiorno, avrei una domanda da fare per quanto

Buongiorno, avrei una domanda da fare per quanto riguarda l'intervento di ablazione transcatetere, volevo sapere se dopo l'intervento sarà necessario sottoporsi ad un cura farmacologica ed eventualmente se dovranno essere fatti dei controlli specialistici in maniera frequente in modo da tenere sotto controllo la situazione, oppure non è necessario niente di tutto ciò e si puo tranquillamente svolgere una vita normale anche da un punto di vista sportivo?
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Per rispondere alla sua domanda, bisognerebbe sapere perché la persona esegue un’ablazione transcatetere. Le indicazioni sono infatti diverse e la risposta alla sua ridomanda dipende dal tipo di patologia che richiede tale intervento terapeutico. Se è lei il paziente, data la sua giovane età, potrei supporre che dovrebbe eseguire l’esame per una “tachicardia parossistica sopraventricolare” (da noi spesso chiamata “TPSV”). Questo tipo di aritmia è dovuto in genere alla presenza di vie di conduzione, cioè di fasci di cellule, anomali: l’eliminazione di tale via mediante radiofrequenze (appunto: l’ablazione) elimina totalmente questa aritmia e non richiede terapia farmacologia specifica. Magari negli anni le verranno comunque richiesti sporadicamente degli accertamenti cardiologici, ma nulla di impegnativo. Se invece l’aritmia è una fibrillazione atriale o un flutter atriale, in questo caso verosimilmente verrà comunque prescritta una terapia farmacologia per la prevenzione delle recidive aritmiche. Ogni caso, comunque, è a se’.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare