Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

12-11-2013

Buongiorno dottore, anzitutto grazie per la

buongiorno Dottore, anzitutto grazie per la gentile risposta cod 02KHQ69X46, la mia domanda era volta a sapere circa la normalita' dopo un periodo di tre mesi dalla frattura del calcagno di questi dolori al passo , in quanto essendo coinvolta la superficie articolare per l'astragalo i dottori all ultimo controllo mi avevano prospettato il fatto che se ci fossero stati dolori a sintomatologia acuta spenta sarebbe stato necessario intervenire con un operazione di artodesi ma non mi hanno specificato ne quando si possa ritenere la sintomatologia spenta nese prima di arrivare all artodesi ci siano altre strade da tentare. Questo incidente mi ha purtoppo bloccato lavorativamente e sto cercando di capire quando potro riprendere una vita serena.Grazie ancora
Risposta di:
Dr. Giuseppe Colì
Specialista in Ortopedia e traumatologia
Risposta

Gentile utente, le dicevo che la frattura del calcagno richiede i canonici tre mesi di guarigione ma questo non significa che i disturbi si risolvano allo scadere di tale periodo. Infatti il dolore permane spesso per molto più tempo e non è detto che scompaia completamente. Normalmente, per aiutare a dar sollievo alla sintomatologia dolorosa, si prescrivono dei plantari con scarico calcaneare e l'intervento di artrodesi si esegue solo dopo molti mesi di persistenza algica.

Cordialità

TAG: Ortopedia e traumatologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!