12-09-2002

Buongiorno dottore,mi duole disturbarla per un

BUONGIORNO DOTTORE,MI DUOLE DISTURBARLA PER UN QUESITO CHE AVREBBE POTUTO RISOLVERE ANCHE LA GINECOLOGA CHE MI HA VISITATA,MA PURTROPPO LE SUE SPIEGAZIONI NON SONO STATE ESAURIENTI.
IL 24/08/02 MI SONO SOTTOPOSTA AL PAP TEST L'ESITO DEL QUALE MI è ARRIVATO PER POSTA CON QUESTE PAROLE"
CITOLOGIA: FLOGOSI IN ATTO.CELLULE CILINDRICHE.DISCHERETOSI.METAPLASIA.
FLOGOSI INTENSA. Micosi + DFE
COMMENTO: Terapia ANTIFLOGISTICA SPECIFICA.
A CONTROLLO TRA UN ANNO.
PUO' PER CORTESIA SPIEGARMI IN PAROLE POVERE COSA VUOL DIRE TUTTO CIO'.
DEVO PREOCCUPARMI? SPERO DI AVER INTERPRETATO BENE LA CALLIGRAFIA DELLA DOTTORESSA.
GRAZIE.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Gentile signora, non deve assolutamente preoccuparsi: il pap-test (o esame citologico vaginale) è un esame che studia le cellule prelevate dalla vagina e dal collo dell'utero e serve per valutare la presenza o meno di cellule tumorali o che potrebbero diventare tumorali. Le cellule non sono tutte uguali ed esistono delle classificazioni delle cellule: le dizioni “metaplasia”, “discheratosi”, “cellule cilindriche” sono modi di classificare tali cellule. E’ importante la conclusione del referto: dal suo risulta che c’è un’infezione in atto. E’ necessario quindi instaurare un’adeguata terapia che deve essere prescritta da un ginecologo, dopo avere fatto la visita ed eventualmente (se lo ritiene opportuno) un esame batteriologico vaginale. Ripeta il pap-test tra un anno, come indicato sul referto. Cordiali saluti
TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!