15-05-2008

Buongiorno, gradirei avere piu' informazione su

Buongiorno, Gradirei avere piu' informazione su PFO. Mi e' stato diagnosticato dopo che ho avuto sintomi di formicolio agli arti (braccia e gambe) e uno sdoppiamento della vista. Dopo un ricovero e vari esami nel reparto di Neurologia i medici si sono confrontati con il reparto di emodinamica, devo fare l'enisima risonanza alla testa tra un paio di mesi per vedere se ci sono dei miglioramenti. Di li la decisione se operare. (scusi mio italiano, sono straniera). Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La pervietà del forame ovale consiste nella persistenza di un foro, normalmente non presente, tra due strutture cardiache. Attraverso tale forame, alcuni piccoli emboli in condizioni particolari possono passare in atrio sinistro e da qui nella circolazione generale fino al cervello. La risonanza magnetica nucleare cerebrale può evidenziare piccole aree ischemiche conseguenza di questo fenomeno ed in questo caso vi è una indicazione pressoché certa alla chiusura percutanea del difetto. La chiusura nel forame ovale per via percutanea non necessita obbligatoriamente dell’anestesia totale. La procedura e sicura e a rischio sostanzialmente basso.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!