Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-10-2006

Buongiorno, ho 51 anni, altezza 1,80 e peso 83 kg.

BUONGIORNO, HO 51 ANNI, ALTEZZA 1,80 E PESO 83 KG. FUMATORE (15 SIGARETTE/DIE), ATTIVITA' FISICA SCARSA NEGLI ULTIMI 2 ANNI, ANSIOSO CON DAP IN CURA CON ALPRAZOLAM (2 MG/DIE) E ZOLOFT 50 (1 COMPRESSA/DIE), PULSAZIONI 80/90. DURANTE UN CONTROLLO ECOCARDIOGRAFICO (M-MODE, 2D, COLORDOPPLER) PER IPERTENSIONE ARTERIOSA (150/90) E' STATO RISCONTRATO (RIPORTO I SOLO I VALORI FUORI NORMA): VENTRICOLO SINISTRO NON INGRANDITO, LIEVE IPERTROFIA DEL SETTO (SPESSORE SETTO I.V. 13 MM,SPESSORE PARETE POSTERIORE 8 MM), BUONA CINESI DI TUTTI I SEGMENTI, FUNZIONE SISTOLICA CONSERVATA. MORFOLOGIA DELLACURVA DOPPLER DI RIEMPIMENTO DIASTOLICO CARATTERIZZATA DA LIEVE PREVALENZA DEL RIEMPIMENTO ATRIALE (ONDA E 48 CM/SEC, ONDA A 53 CM/SEC, RAPPORTO E/A 0,9). ATRIO SINISTRO NELLA NORMA. ECTASIA DEL BULBO AORTICO (DIAMETRO 46 MM ; D. DEL BULBO INDICIZZATO 23 MM/MQ), LIEVE DILATAZIONE DEL TRATTO DI AORTA ASCENDENTE VISUALIZZABILE AL TTE ( GIUNZIONE SENOTUBULARE 33 MM, ASCENDENTE TTE 35 MM). NELLA NORMA LE VOLUMETRIE DESTRE. ASSENTE VERSAMENTO PERICARDICO. AUMENTATA ECORIFRANGENZA DEI LEMBI MITRALICI E DELLE SEMILUNARI AORTICHE; ENTRAMBE LE VALVOLE PRESENTANO NORMALI PARAMETRI DI FLUSSO AL COLORDOPPLER. LO STESSO GIORNO HO EFFETTUATO ELETTROCARDIOGRAMMA CON RISULTATI: RITMO SINUSALE DI FREQUENZA 88/MIN, ASSE ELETTRICO IN EQUILIBRIO, CONDUZIONE A-V NELLA NORMA, ATIPIE ASPECIFICHE DELLA RIPOLARIZZAZIONE, ECG NEI LIMITI DELLA NORMA. MI E' STATO PRESCRITTO MICARDIS 80 MG 1 COMPRESSA/DIE (PER PORTARE VALORI PRESSIONE A 110/70) E CONSIGLIATO DI EVITARE SFORZI DA SOLLEVAMENTO PESI; NON SONO STATI VIETATI FUMO E SOGGIORNI IN MONTAGNA (PASSO VACANZE E WEEKEND A 1.500 METRI). VORREI SAPERE SE NECESSARIO INTERVENTO CHIRURGICO ( MI E' STATO DETTO CHE IL VALORE MASSIMO DELL' ECTASIA E' 50 MM, DOPO NECESSITA INTERVENTO), CON QUALE FREQUENZA DEVO SOTTOPORMI A CONTROLLO ECOCARDIOGRAFICO E SE ESISTONO FARMACI IN GRADO DI LIMITARE L' ECTASIA. DATO IL MIO PROBLEMA D' ANSIA, L' ESITO DELL' ESAME HA AUMENTATO I SINTOMI DELLA MEDESIMA. PREMETTO CHE ECOCARDIOGRAMMA DEL 1990 AVEVA RIPORTATO UN VALORE DEL DIAMETRO AORTICO DI 30 MM E CHE NEL 2000, SOTTOPOSTO A RX TORACE, NULLA ERA EMERSO. ANTICIPATAMENTE RINGRAZIO E PORGO DISTINTI SALUTI.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
E' sempre difficile dare una valutazione di un esame strumentale senza conoscere la persona che lo ha fatto; comunque di norma in caso di una dilatazione della radice aortica senza insufficienza il consiglio è quello di seguire questa alterazione nel tempo, possibilmente dallo stesso ecocardiografista. Se dovesse fare altri accertamenti l’esame di scelta potrebbe essere una TAC per una misura più precisa delle dimensioni di tutta l’aorta ascendente. Non ci sono farmaci che possano essere utili. Per il resto il fumo deve senz’altro essere vietato, mentre non ci sono particolari problemi per i soggiorni alla quota di 1500 metri.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!