13-03-2008

Buongiorno, mia madre ha 56 anni e da quando

Buongiorno, mia madre ha 56 anni e da quando assume l'Eutirox 75 mg (da 6 mesi) dopo l'asportazione totale della tiroide ha iniziato ad avere episodi di tachicardia e ipertensione. La pressione è ormai sotto controllo con una compressa al giorno di Cardicor 5 mg ma le palpitazioni persistono. Non sono mai passate e si manifestano sopratutto se lei fa dei movimenti anche molto banali come alzarsi da una sedia. Anche di notte a completo riposo si presentano. Purtroppo non potrà mai fare a meno dell'Eutirox ma si presume che sia proprio quello a creare questi problemi. Sia l'endocrinologo che il cardiologo non riescono a risolvere questa situazione ma intanto noi non abbiamo una soluzione... Chiediamo un consiglio anche verso che tipo di specialista rivolgerci dato che so che la cardiologia ha molte branchie ma saprei a quale affidarmi visto che il problema di mia madre non è molto chiaro, nel senso che il cuore appare sano dagli esami eseguiti ma il problema persiste comunque nonostante le cure. Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
non penso che si tratti di trovare un “superspecialista”, endocrinologo e cardiologo vanno già bene. Non ho chiare se è stata documentata (per esempio con un Holter) la persistenza di tachicardia o aritmie, oppure se si tratta di una sensazione soggettiva di palpitazioni, in assenza di vere e proprie aritmie. In quest’ultimo caso non escluderei un ruolo anche dell’ansia come causa del disturbo.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare