Buongiorno, mio padre di 69 anni è stato ricoverato a maggio 2006 per un episodio di fibrillazione atriale parossistica nel contesto di una cardiomiopatia dilatativa idiopatica e valvulopatia aortica di grado moderato con diabete mellito tipo 2. Durante il ricovero è stato sottoposto all'ecocardiogramma che ha evidenziato diametro diastolico del... Leggi di più ventricolo sinistro 70mm; FE globale 25%; area valvolare aortica 0.9 cm2 con gradiente massimo 21mmHg; insufficienza mitralica di grado lieve-moderato. Dagli esami di lavoratorio emoglobina glicata 7.8%, creatinina 0.99 mg/dl, nella norma l'assetto lipidico. Esame obiettivo: PA 155/90 mmHg, lievissimi edemi declivi, toni ritmici con soffio sistolico3/6L e T2 presente ma ridotto, non stasi polmonare; peso 93Kg. Elettrocardiogramma ritmo sinusale, deviazione assiale sinistra, sovraccarico/ischemia in sede antero-laterale. Il ricovero avvenuto a Maggio 2006 era stato necessario a seguito di lieve dolore al braccio sinitro e al torace, con riscontro di FA ad elevata frequenza di risposta ventricolare, regredita dopo Amiodarone EV. In Maggio 2005 ricovero per insufficienza ventricolare sinistra, senza evidenza di ischemia iducibile alla SPECT miocardica. Nel 2002 dilatazione e ipocinesia del ventricolo sinistro; coronarie indenni; coesisteva una valvulopatia aortica degenerativa. Settembre 2006 è attualmente rivoerato per edema polmonare. Volevo sapere quali sono le prospettive a seguito di quanto sopra riferito e quali potrebbero essere le cure. In attesa di una vostra risposta porgo cordiali saluti. Beatrice.