L’ESPERTO RISPONDE

Buongiorno, sono un uomo di 53 anni e due anni fa

Buongiorno, sono un uomo di 53 anni e due anni fa mi è stata riscontrata una anomalia: “valvola aortica bicuspide con grossolana calcificazione determinante steno-insufficienza di grado medio, con dilatazione dell’aorta ascendente che presenta un dtm di circa 43 mm. (da angio-tac aorta toracica) e dell’aorta discendente con dtm di circa 28 mm.,... Leggi di più ventricolo sx dilatato e ipertrofico, normocontrattile, normali le sezione dx e la mitrale” esame del 28-03-2008. Premetto che sono stato un calciatore, e che ho fatto attività agonistica ad un certo livello fino all’età di 42 anni senza avvertire mai alcun problema. Da qualche anno avvertivo saltuariamente dei leggeri giramenti di testa per circa 30-40 secondi, sembra dovuti all’ipertensione riscontrata 170-110; il cardiochirurgo mi ha consigliato di prendere una pasticca di Naprilene da 20 mg in modo da tenere la pressione nei livelli normali e di fare l’ecocardio color-doppler ogni 6-9 mesi. La domanda è se sono a rischio di operazione oppure, visto che l’anomalia sembra “congenita”, posso sperare di andare avanti senza subire questa operazione che mi mette molta apprensione. Comunque ho smesso di fare attività agonistica, però mi dedico nei weekend ai lavori in campagna.Grazie per un risposta.

Risposta del medico
Paginemediche
Paginemediche

La valvola aorta bicuspide (valvola con soli due lembi) è una patologia valvolare congenita. Questo tipo di anomalia valvolare si accompagna a precoce disfunzione valvolare negli anni (principalmente insufficienza valvolare) ed inoltre può talora essere associata a dilatazione aneurismatica dell’aorta ascendente. Quando l’aneurisma dell’aorta ascendente è associato a valvola bicuspide i criteri per avviare il paziente all’intervento sono più... Continua restrittivi. Per i pazienti con valvola tricuspide ( normale) l’aneurisma dell’aorta ascendente andrebbe operato se supera i 5 (max 5.5) cm; se invece il paziente è portatore di valvola bicuspide questo limite da qualcuno è considerato inferiore (4.5 – 5 cm), essendo la patologia più frequentemente evolutiva. Nell’adulto l’aorta presenta un diametro di circa 3 cm all’origine, di 2.5 cm nella porzione toracica discendente e di 1.8-2 cm in addome. I sintomi da lei riferiti sono correlabili sia a transitori rialzi pressori, peraltro non adeguati in presenza di aneursima, come suggerito dal Collega Cardiochirurgo, sia ad una progressione della malattia aortica. I sintomi infatti correlabili a una steno-insufficienza aortica di grado severo sono dolore toracico, vertigini, svenimenti , dispnea dapprima sotto sforzo e aritmie. L’ecocardiogramma che ha sopra descritto risulta ai limiti per una indicazione chirurgica ( aorta ascendente dilatata nel contesto di una patologia valvolare evolutiva e in presenza di un ventricolo sinistro inizialmente dilatato se pur con conservata funzione sistolica in un paziente giovane e attivo). È consigliabile dunque effettuare valutazioni ecocardiografiche ogni 3 mesi ma bisogna evitare che il cuore si dilati e l’aorta aumenti. Credo pero’ che dovra’ rassegnarsi a subire nei prossimi max 3-5 anni l’intervento chirurgico. Infatti la patologia che e’ si su base genetica e’ destinata a peggiorare. Se vuole ritardare l’intervento deve condurre una vita tranquilla.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
Escherichia coli: che cos'è e quali sono i sintomi
Escherichia coli: che cos'è e quali sono i sintomi
1 minuto
West-Nile virus: sintomi e trasmissione
West-Nile virus: sintomi e trasmissione
1 minuto
Quali sono i rapporti a rischio HIV?
Quali sono i rapporti a rischio HIV?
1 minuto
Il fenomeno delle baby gang: chi sono gli adolescenti violenti
Il fenomeno delle baby gang: chi sono gli adolescenti violenti
1 minuto
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Napoli
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Malattie dell'apparato respiratorio
Prov. di Parma
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare
Prov. di Verbano Cusio Ossola
Specialista in Scienza dell'alimentazione e Statistica Medica
Enna (EN)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Radiodiagnostica
Mazara del Vallo (TP)
Specialista in Malattie dell'apparato cardiovascolare e Anestesia e rianimazione
Prov. di Bologna
Specialista in Cardiologia interventistica e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Bari (BA)
Specialista in Cardiochirurgia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Torino (TO)
Specialista in Medicina interna e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Roma (RM)
Specialista in Geriatria e Gerontologia e Malattie dell'apparato cardiovascolare
Napoli (NA)