Buongiorno,sono un uomo di66 anni ho subito il trapianto del fegato,ma per questo va tutto bene.All'inizio di qest'anno ho cominciato ad avvertire un brucioire al gluteo sx che man mano si è esteso dal bacino in giù con la perdita della sensibilità ai piedi.Ho fatto tutti gli accertamenti possibili,TAC CON CONTRASTO ,PET TOTAL BODY,RISONANZA MAGNETICA ALLA DORSALE CON CONTRASTO,ELETTROMIOGRAFIA ARTI INFERIORI E SUPERIORI,TUTTE LE ANALISI POSSIBILI.sONO STTO OPERATO AL LIVELLO D10-D11 PER UN PROTRUSIONE CHE RESTRINGEVA IL CONO MIDOLLARE,E' TRASCORSO PIU' DI UN MESE MA IL BRUCIORE PERSISTE,hoCONSULTATO 5 NEUROLOGI,MA L'UNICA CURA E' IL LIRYRICA ,MA NON TROVO BENEFICI.rISULTATO NON SI CAPISCE COSA FARE.i RISULTATI SONO NELLA NORMA.NON CREDO DI ESSRE L'UNICO CASO E GRADIREI SAPERE SE C'è UNA CURA CHE ATTENUI IL BRUCIORE O NEL MIGLIORE DEI CASI MI GUARISCA.l RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE MARCELLO