28-03-2008

Buongiorno, vi scrivo da londra poiche'

Buongiorno, vi scrivo da Londra poiche' sinceramente non mi fido molto del sistema sanitario inglese che trovo alquanto approssimativo e focalizzato sul risparmio. Da circa 4 giorni ho un lieve dolore al petto sinistro, nella zona sinistra verso le costole, con associato un lieve gonfiore. Sono stato dal medico e senza neanche un esame basilare quale l'elettrocardiagramma mi e' stato detto che al cuore non risulta niente e che questo dolore e gonfiore e' probabilmente causato da una infiammazione delle costole nella zona in cui si congiungono allo sterno; un fatto a quanto pare molto cimune qui in Inghilterra e dovuto probabilmente ad un virus. Come terapia mi e' stato consigliato di prendere un antiinfiammatorio (Ibuprofen 400) da prendere 3 volte al giorno per un paio di settimane. A parte il fatto che mi sembra una dose un po' eccessiva, poiche' ogni compressa e' quanto 2 compresse di Moment, fino ad oggi non ho avuto nessun effetto e il lieve dolore e gonfiore sobno persistenti. Vi prego di darmi un consiglio sul da farsi. Puo' a vostro avviso essere qualcosa di pericoloso? Vi sono degli esami che consigliereste di fare per essere piu' tranquilli? Grazie
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La sindrome infiammatoria sterno-costale non è una patologia cardiaca.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!