05-04-2006

Buongiorno. volevo sottoporle il mio caso. da

Buongiorno. volevo sottoporle il mio caso. da oltre 3 anni sono donatore di sangue. nelle ultime analisi, risalenti al novembre 2005, mi sono stati riscontrati dei valori oltre la norma, cioè AST e ALT rispettivamente 91 e 68. premetto che nel periodo intercorrente tra novembre 2005 e gennaio 2006 ho avute fitte continue al fegato in maniera costante. ho effettuato mensilmente analisi per controllare se tali valori rientrassero nella norma. ed in effetti mentre il valore AST si è più o meno normalizzato, quello ALT invece a tutt'oggi (cioè dopo 5 mesi) è ancora abbastanza elevato oscillando tra i 51 e i 55. a causa delle fitte, ho provveduto a fare una ecografia che non ha rilevato alcun problema al fegato o ad altri organi. poichè nel periodo precedente (maggio 2005) ho avuto problemi di pressione (arrivando in un caso ad avere valori minima 150/ massima 190 e poi mantendosi costante 110/140 per oltre 3 mesi) e tachicardia, ho anche effettuato un elettrocardiogramma. ma anche quest'ultimo ha dato esito negativo. Ora vorrei sapere : questi valori o situazioni possono essere causati solo da stress? che tipo di ulteriori accertamenti potrei fare? il mio medico mi consigliava di effettuare anche una gastroscopia, anche perchè i valori AST/ALT sono di nuovo in crescita e le fitte cominciano di nuovo a farsi sentire. Secondo lei, è consigliabile? la ringrazio anticipatamente per la risposta.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Lo stress non è responsabile delle alterazioni delle aminotransferasi. E’ necessario che si sottoponga ad ulteriore approfondimento diagnostico mediante ricerca dei fattori di danno epatico (alcol, farmaci, virus epatitici, autoimmunità, steatoepatite non alcolica, etc.). Da valutare, inoltre, l’opportunità di eseguire una biopsia epatica. Utile infine anche l’effettuazione della gastroscopia soprattutto a causa dei sintomi dolorosi addominali che non possono essere dovuti alle alterazioni dei tests epatici.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna