19-07-2006

Buongiorno, volevo sottoporre alla vostra gentile

Buongiorno, volevo sottoporre alla vostra gentile attenzione il mio problema, ho 40 anni ipertesa in trattamento con lodoz 2,5, triatec da 10 e norvasc da 10, con l'arrivo del caldo il mio medico mi ha consigliato di ridurre le dosi per poi aumentarle durante la stagione invernale, per circa un mese tutto è andato bene, da circa tre giorni ho avuto sbalzi di pressione minima di 115 e massima di 170, ho riportato la terapia a quella iniziale, nonostante ciò il probela mi si presenta la mattina appena svegliata ho tachicardia mal di testa e pressione minima intorno a 100 , prendo subito i primi 2 farmazi lodoz e triatec e la pressione si normalizza, io mi chiedo se è possibile che il mio organismo si sia assuefatto a questi medicinali per cui non posso ridurli o farne a meno. ho eseguito tutti i controlli possibili ecocardiogramma, ecografia reni, esami del sangue ecc. ed è stata esclusa ogni causa che possa provocare l'ipertensione, è il caso vista anche l'età e questo dosaggio massimo di fare altri accertamenti. grazie.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
La variazione dello schema di terapia antiipertensiva necessita di un periodo di adattamento. Aspetti 1 o 2 settimane per valutare l’avvenuta stabilizzazione a schema terapeutico abituale ripristinato.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato respiratorio | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!