13-07-2018

Calcoli in sede pielica

Buongiorno, da una ecografia , tra le altre cose, risulta che le vie escretrici urinarie non sono dilatate e non si osservano calcoli US evidenziabili in sede pielica. Vorrei sapere cosa sono i calcoli US, qual' è la sede pielica, se la presenza di questi calcoli potrebbe essere la causa di frequenti episodi di cistite, e se mi devo preoccupare, cosa mi consiglia di fare? La ringrazio molto per tutte le risposte a queste mie domande. Cordiali saluti.

Risposta

Egregio signore, ci vorrebbe molto tempo a rispondere alle sue domande ,ci provo 1-sono aggregazioni chimiche che si formano nei calici renali o per difetti di filtrazione del rene o per difetti enzimatici del soggetto o per eccesso di introduzione alimentare, i più comuni sono i calcoli di assalti di calcio -di acido urico- di cistina- fosfati di calcio( di solito conseguenti a ripetute infezioni urinarie ascendenti).2-i calici( superiori,infer.e medi) confluiscono tutti nella pelvi a forma di imbuto che a sua volta termina nell'uretere e questo in vescica.Quindi le vie escretrici se non ostruite non si dilatano e non creano dolore. Lei è a posto e normalmente se ha una alimentazione equilibrata senza eccessi e beve più di 1,5-2 litri di acqua al di non si deve preoccupare di nulla.3-le cistiti recidivanti con infezioni ascendenti possono favorire la formazione di calcoli e viceversa i calcoli possono favorire le recidive.Saluti.

TAG: Adulti | Disturbi dell'apparato uro-genitale | Esami | Infezioni | Nefrologia | Radiodiagnostica | Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!