Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-10-2006

carcinoma prostata

Mi sono sottoposto ad una biopsia prostatica, e su otto cilindri, uno, risulta essere positivo.
Diagnosi: presenza di un microfocolaio di adenocarcinoma prostatico a disposizione perineurale. Focolai di PIN di alto grado.
Esito risonanza magnetica eseguita con bobbina endorettale, nella sostanza, negativa non essendoci altri organi o tessuti coinvolti, in quanto la capsula prostatica si presenta preservata.
Mi hanno già prospettato, per prudenza, di sottopormi ad intervento chirurgico; cioè ad una prostectomia, credo radicale, con tutti i pro e i contro!
Io, però, vorrei volgere lo sguardo verso la terapia HIFU.
Però, l'unico inconveniente, per non poterla fare è forse il fatto che la mia prostata è ingrossata (6x5.5x7).
Quindi, l'alternativa sarebbe l'intervento.Ma prima di decidere definitivamente, desidererei far rilevare il mio D.N.A per farlo confrontare con il D.N.A della materia (anche se già trattata) del vetrino relativo al cilindro bioptico in cui è stata scoperta la neoplasia.
Chiedo gentilmente. se il confronto dei due D.N.A., tecnicamente è possibile.
Perchè tutto questo? Perchè il vetrino in questione, potrebbe essere stato scambiato, involontariamente, dall'operatore con quello di un altro paziente; per cui, prima di affrontare l'intervento, desidero avere la certezza che quel vetrino sia matematicamente il mio. Grazie e affettuosi saluti.
P.S.
Attendo un cortese ma sollecito riscontro.

Risposta di:
Risposta
Il volume prostatico comporta la necessità di eseguire una elettroresezione transuretrale della prostata preliminarmente al trattamento Hi-Fu . Per quanto concerne il quesito sul DNA dovrà porre la domanda al Laboratorio di Anatomia patologica che ha eseguito l'esame.
TAG: Reni e vie urinarie | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!