23-05-2008

Caro dottore, due anni fa, di questi tempi, ho

Caro Dottore, due anni fa, di questi tempi, ho scoperto di essere ipertesa. Terapia: Aprovel 150 - 2 volte al giorno. Allora il cardiologo mi aveva sottoposta ad ecocardio il quale sostanzialmente escludeva patologie cardiache (solo un lieve rigurgito della mitrale e della tricuspide) a cui non è stata data importanza. Essendo la mia vita piuttosto sedentaria, mi sono iscritta in palestra per fronteggiare non solo l'ipertensione ma anche il sovrappeso e l'imminenza della menopausa. Fin qui tutto ok. Ultimamente però mi sono un po' preoccupata (devo dire anche leggendo questa rubrica) perchè mi è capitato due volte con la cyclette ed una correndo nel tentativo di salire su un tram, di dovermi fermare per un improvviso dolore allo sterno con un forte affanno. Il tutto dura poco tempo ma mi costringe ad interrompere l'impegno ed a riposarmi perchè subito dopo mi sento stanca. Ho interrotto quindi gli esercizi con la cyclette ed evito di sottopormi a sforzi. Avrei già programmato un controllo dal cardiologo per il mese di settembre . Non so se sia importante, ma mia nonna è morta a 62 anni per scompenso cardiaco, i miei genitori sono entrambi ipertesi e mio padre ha una estesa ipertrofia cardiaca. Cosa dice Dottore, possono essere dolori intercostali? Parto tranquilla per le ferie o pensa sia meglio fare qualcosa prima? Grazie per la risposta e un caro saluto a Lei.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Penso che Lei debba fare una prova da sforzo e valutare le condizioni cardiologiche con ECG e valutazione dei sintomi sotto sforzo;è un esame semplicissimo ma molto importante e può farlo in qualsiasi ospedale o ambulatorio attrezzato.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare