Atteso nei prossimi giorni il picco dell'epidemia influenzale

Le previsioni per i prossimi giorni non promettono nulla di buono. Attesa neve anche al Sud della Penisola, forte vento e temperature in picchiata. E gli esperti avvertono: se nelle scorse settimane l'influenza stagionale ha stentato a diffondersi, complice un mite inverno, nei prossimi giorni è invece atteso il picco dell'epidemia.

La scorsa settimana sono stati registrati circa 100mila i casi di Influenza, spiega il virologo Fabrizio Pregliasco, ma già dalla prossima i numeri sembrano essere destinati a salire, anche se tutti sono concordi nel prevedere una stagione influenzale di intensità medio-bassa.
Leggi anche:
Raffreddore: 9 rimedi naturali e casalinghi
Naso chiuso, catarro, occhi che lacrimano, stanchezza e difficoltà a respirare. Chi non riconosce i sintomi del raffreddore? Per guarire ci vuole, in media, una settimana e non esiste una cura vera e propria.

A rischio anche la salute del Cuore e della pelle

Ma a rischio non è solo legato all'influenza: anche la salute del cuore e la pelle possono essere messe in pericolo dal freddo.

Il presidente della  Società italiana di medicina generale (Simg) Claudio Cricelli, spiega che i bambini e gli anziani devono coprirsi bene in modo tale da aiutare il sistema di riscaldamento dell'Organismo a lavorare correttamente.


A che cosa prestare attenzione

Pelle secca, assenza di sudorazione e mani e piedi gelati sono segnali chiari di una sofferenza del corpo e di un'eccessiva dispersione di calore che può essere frenata indossando un capello e i guanti.
Per quanto riguarda il cuore uno studio condotto in Canada ha scoperto che quando la temperatura scende di 10 gradi la probabilità di avere un attacco cardiaco aumenta del 7%.

Per approfondire guarda anche "Liberi dall'influenza"