Buonasera, vi scrivo per la prima volta in cerca (disperata) di un aiuto. Sono una ragazza di 21 anni e da più di 7 mesi soffro di cefalea. Attualmente curo con 5 gocce alla sera di laroxyl e tachipirina al bisogno da circa 4-5 mesi. La diagnosi del mio neurologo, dopo l'esito della rmn encefalica che non ha evidenziato anomalie, è stata di cefalea muscolo tensiva. Sicuramente soffro molto il dolore a livello dei muscoli del collo e noto che questo è molto spesso collegato al mio mal di testa, ma non è l'unico sintomo. Con la cura gli episodi "forti" sono diminuiti per alcuni mesi, anche se ultimamente mi accorgo che si stanno ripresentando più frequentemente (pur non essendo mai scomparsi). Non c'è giorno in cui io non senta la cefalea, seppur non con un'intensità che può essere anche lieve. Ultimamente il dolore è laterale, può colpire il lato destro nella zona oculare o il lato sinistro, indifferentemente. Questi dolori (che vanno e vengono, non hanno la durata di un episodio di emicrania per intenderci, sono scostanti durante la giornata) non mi abbandonano mai e molto spesso si accompagnano dalla sensazione di avere le orecchie tappate e alcune volte anche acufene pulsante. Questa sensazione mi causa anche un certo disorientamento, come se avessi la testa immersa in una bolla. Specifico che ho già fatto 7 mesi fa un controllo dall'otorino che non ha evidenziato anomalie, così come ho effettuato un ecodoppler dei tronchi sovra aortici per escludere un coinvolgimento vascolare visto l'acufene. Ogni controllo effettuato porta sempre a nuove preoccupazioni e mai a delle risposte, sembra essere tutto nella norma eppure io sto sempre peggio, fisicamente e anche emotivamente. La diagnosi di cefalea tensiva non ha portato in alcun modo ad una risposta alle mie domande, perché non capisco come sia possibile soffrire tutti, tutti i giorni di cefalea. Non mi sembra che l'insieme dei miei sintomi che diventano sempre più severi con l'avanzare del tempo siano compatibili con questa diagnosi. Nessuno mi ha spiegato perché improvvisamente il mio udito cala e sento il battito del mio cuore nell'orecchio, o perché nessun medicinale preso sia in grado di alleviare i sintomi. Vorrei avere un ulteriore parere perché lo sconforto nel non riuscire a capire cos'ho è tanto e non posso pensare di convivere per sempre con questo disturbo che non mi da tregua nemmeno un giorno a settimana. Ringrazio in anticipo chi avrà la pazienza di leggere e la voglia di esprimere il proprio parere e darmi qualche consiglio!