Logo Paginemediche
L’ESPERTO RISPONDE

Cellule ASCUS PAP TEST

Buongiorno Vorrei un parere sull’esito del mio pap test. Ho 40 anni, 2 gravidanze, parti naturali alla 40 settimana senza complicazioni. Premetto che effettuo pap test dal 2007, tutti risultati sempre negativi. Nel 2014 dal pat test si era evidenziata una piaghetta (credo si chiami ectropion) che la ginecologa mi ha curato con degli ovuli e una lavanda vaginale di cui non ricordo il nome. Alla visita la piaghetta è visibile ma la ginecologa dice che è migliorata. Non ho perdite di nessun genere.
VALUTAZIONE MICROSCOPICA Soddisfacente per la valutazione. Modico essudato leucocitario. Cellule di sfaldamento della mucosa esocervicale che mostrano un nucleo di picolla taglia caratterizzato da un contorno nucleare liscio e cromatina finemente granulare. Si osservano alcune cellule con nucleo aumentato di volume e lieve aumento del rapporto n/c. E’ presente modica ipercromasia; la membrana nucleare appare regolare. Flora batterica costituita da B. di Doderlein.
VALUTAZIONE DIAGNOSTICA Anomalie delle cellule epiteliali. Presenza di cellule squamose atipiche di significato incerto (ASC-US). Si raccomanda la ripetizione della citologia cervicale a distanza di 2-4 mesi (ASCCP Patiente management Guidelines. Journal of Lower Genital Tract Disease, Volume 6, Number 3, 2002, 195-199)

Valutando l’esito del pap test la mia ginecologa mi ha detto che ho un’infiammazione per cui mi ha prescritto ovuli di FINDERM BETA FORTE (1 ovulo x 6 sere consecutive dopo il ciclo, per tre mesi) per poi rifare a gennaio il pap test. Vorrei un vostro parere sull’esito del pap tes e conseguente terapia e se possibile capire anche da dove si evince che ho un’infiammazione perché non riesco a capirlo. Grazie

Risposta del medico
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia

In una percentuale elevata di casi ad un reperto citologico di ASUS corrisponde un quadro clinico di tipo reattivo infiammatorio, non necessariamente con sintomi, come ha detto la sua ginecologa. Un esito negativo dunque Il patologo, che legge il vetrino e non conosce la clinica della paziente, però vuole verificare con un controllo, eventualmente dopo terapia antiinfiammatoria che sia proprio cosi.

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pescara (PE)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Cagliari (CA)
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Prov. di Catania
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Napoli (NA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Belvedere Marittimo (CS)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Pompei (NA)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Oncologia
Carrara (MS)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
San Benedetto del Tronto (AP)
Specialista in Ginecologia e ostetricia e Ostetrica
Viterbo (VT)
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Giarre (CT)