Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

19-09-2012

cerchi di stare tranquillo

Salve, le scrivo per avere un consiglio o magari anche un piccolo sollievo.Dopo una videodermoscopia il dermatologo mi ha fatto esportare un nevo atipico sul dorso.Ecco il referto istologico:DESCRIZIONE:Pervenuta una losanga cutanea di cm 1,2 x 0,8, contenente al cento una neoformazione pigmentata, a margini irregolari, di cm 0,7 di dimensione massima.Il quadro istologico è caratterizzato dalla presenza a livello epidermico di numerosi melanociti atipici sia singoli che raggruppati: oltre che a livello giunzionale (dove prevalgono i nidi), anche nella porzione media dell'epidermide (dove sono presenti i melanociti isolati).Non si riscontrano cellule neoplastiche al di la della membrana basale epidermica. Si associano in sede dermica superficiale zone di fibrosi lamellare e discreto infiltrato flogistico prevalentemente linfocitario. La periferia del resecato appare indenne, con una distanza minima tra il bordo della neoplasia e il margine di resezione pari a cm 0,2.DIAGNOSI:SSM(Superficial Spreading Melanoma) "in situ", con associati fenomeni di cosiddetta "regressione";margini del resecato indenni;categoria UICC: pTismicrolivello di CLARk IIl dermatologo adesso mi consiglia, comunque, una radicalizzazione in modo da arrivare almeno a 0,7 cm (visto che l'exeresi ha tolto solo 2mm) poi altra exeresi di nevo atipico sul fianco sx e se è il caso screening oncologico (tac?pet).Io purtroppo sono molto ansioso e anche se l'anatomopatologo, il dermatologo ed il mio medico curante mi dicono "sei guarito" è da ieri che non riesco a dormire, mangiare e il pianto è dietro l'angolo. So che devo ritenermi forunato e sono stupido ad agitarmi ma ho il dubbio che stiano facendo passare troppo tempo dall'asportazione del melanoma (7-09-2012) e la radicalizzazione che sara successiva al 25-09 giono in cui mi faranno analisi di routine per il day hospital e quindi successiva radicalizzazione. E' vero che dopo 30 gg la radicalizzazione è ormai inutile?Devo fare anche l'asportazione del linfonodo sentinella?E' necessario rivolgermi anche ad un oncologo?In sede mi asporteranno un altro nevo e la mia ansia sta crescendo nella ipotesi di altre brutte notizie.La ringrazio per eventuale riscontro e mi scuso per eventuale confusione.
Risposta di:
Dr.ssa Sonia Maria DevillanovaDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Tricologia
Risposta

Le consiglio di girare la domanda anche ad un oncologo per maggiori chiarimenti, inquanto io non mi occupo della parte chirurgica. Posso solo dirle che con il primo intervento tutti i margini risultano indenni per cui c'è già stata l'escissione della neoplasia, poi per questioni di sicurezza e di protocollo si allarga l'escissione e di solito viene individuato il linfonodo sentinella e asportato. Se la neoplasia non fosse stata iniziale, addirittura in situ, l'avrebbero indirizzata in oncologia.

Cordiali Saluti
 

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!