07-06-2017

Chemioterapia necessaria per adenocarcinoma dell'intestino?

Buongiorno volevo sapere se è necessaria la chemioterapia con un esame istologico che dice: adencarciroma moderatamente differenziato del grosso intestino, la neuroplasia infiltra a tutto spassore la parete del grosso intestino estedendosi al tessuto adiposo periviscerale ed alla sierosa viscerale; assenza di invasione neolastica vascolare, assenza di budding tumorale di alto grado, i margini di resenzione chirurgici sono indenni da neoplasia, linfonodi reattivi, 26linfonodi esaminati ptnm pt4a n0.
Grazie

Risposta di:
Dr. Mirco Bindi
Specialista in Nutrizione e Scienze dell'alimentazione e Oncologia
Risposta

Gentile Signora, Lei riferisce la presenza di una neoplasia diagnosticata forse con una colonscopia in cui l’esame istologico ha evidenziato un adenocarcinoma moderatamente differenziato. Per stabilire la necessità di una chemioterapia le saranno prescritti una serie di esami di stadiazione e probabilmente sarà sottoposta ad intervento chirurgico. Solo con il “pezzo” in mano si può dire se la chemio va fatta o no. Consideri che al giorno d’oggi vanno alla grande i protocolli precauzionali che se hanno il vantaggio di allungare il periodo libero da malattia, hanno lo svantaggio di indebolire il sistema immunitario. Sull’argomento c’è un grande dibattito. Cordiali saluti

TAG: Chirurgia generale | Gastroenterologia | Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!