Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

21-11-2003

Circa un anno e mezzo fa ho scoperto di aver

Circa un anno e mezzo fa ho scoperto di aver contratto in passato l'Epatite B (io non mi sono accorto di nulla), il medico che mi ha operato al Tendine di achille (ho scoperto di aver contratto la malattia dagli esami di screening per il tendine) mi ha detto che sono guarito e che non ho conseguenze. Tuttavia avevo i valori moderatamente alti della gammaGT (l'ultimo a 61, mentre ALT=24, AST=24, Trigliceridemia=47, colesterolemia=161 mi dicono essere normali) e questi valori sono persistiti nel controllo dopo sei mesi fatto un anno fa anche se in diminuzione. Il mio medico mi aveva detto di non bere alcol (peso 77 kg sono alto 1.78 e bevo un paio di bicchieri di vino al giorno o in alternativa 33cc.-1/2 litro di birra, niente superalcolici) e ripetere l'esame anche se si era detto cmq tranquillo dalla normalità di tutti gli altri indicatori (compresa l'ecografia al fegato che avevo fatto in un check-up di routine). Io però ho lasciato perdere e non ancora rieffettuato l'esame. Ogni tanto però mi torna in mente che è bene effettuare un approfondimento e forse è bene che consulti un epatologo anche per capirne di più sull'Epatite B che avevo contratto. Che ne pensa ? Mi devo preoccupare ? Può il solo valore della ggt elevato essere l'unico indice di un tumore o di una cirrosi ? Per il consulto con l'epatologo con quali esami è bene che mi presenti? Grazie e saluti
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Da quello che lei riferisce ci sembra di poter rilevare che vi è presenza di anticorpi protettivi per l’epatite B (anti-HBs positivo) il che la pone nella condizione di soggetto immunizzato naturalmente e quindi non più a rischio di essere ammalato per l’epatite B. Pertanto il valore aumentato di GammaGT che lei presenta non è in relazione con l’immunità per l’epatite B, mentre può essere messo in relazione con l’assunzione di alcol che, anche se modesta, può causare queste alterazioni. In ogni caso è utile eseguire un approfondimento clinico e di laboratorio mediante una ecografia epato-biliare, esami che esplorano la funzione epatica (Bilirubinemia totale e frazionata, transaminasi, fosfatasi alcalina, GammaGT, elettroforesi proteica, tempo di protrombina, PCHE), insieme ad esami per marcatori di danno epatico (HCV-Ab, ferritinemia, transferrinemia, cupremia, ceruloplasminemia, alfa1-antitripsina, autoanticorpi circolanti).
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!