Sono una ragazza di oltre 30 anni, insicura, con zero autostima e forse un po' infantile. Si può dire che da sempre sono insoddisfatta della mia vita e ho grossi problemi che mi derivano soprattutto dai rapporti con i miei genitori, in particolare con mia madre che, al pari di mio padre, ha sempre apertamente preferito mia sorella maggiore: mentre... Leggi di più lei è ricoperta di attenzioni e ultra-viziata, io non ho mai ricevuto una carezza, uno sguardo o una qualche forma di attenzione (da piccola non mi ha neanche mai presa in braccio e mi ha sempre detto che non mi voleva). Al contrario, solo una lunga lista di insulti gratuiti anche pesanti, come le frasi classiche rivolte a mia sorella sul modello "tu sei fantastica, non come lei che fa schifo". Passa dall'ignorarmi al provocarmi dal niente con delle cattiverie. Ogni volta che ho provato a ribellarmi ho ricevuto ulteriori insulti, venendo additata come ingrata (e mio padre manca poco che mi mena o mi disereda). Ora, alla mia età purtroppo non sono indipendente economicamente e devo vivere ancora con i miei. Ormai sono adulta ma la situazione è sempre la stessa e, in un momento di difficoltà come quello che sto attraversando per altri motivi, non ce la faccio più e sento di non potermi appoggiare a nessuno né di poter scappare. Ho quindi bisogno di un consiglio per provare ad andare avanti nonostante il profondo dolore e la rabbia che mi trascino dentro e che mi stanno letteralmente distruggendo. Grazie