11-07-2017

Cisti della ghiandola pineale

Gentile Dottore, sono una ragazza di 19 anni, avrei gentilmente bisogno di un suo parere. Nel pomeriggio del 30 Aprile mentre mi trovavo al lavoro improvvisamente ho accusato un fortissimo mal di testa, offuscamento della vista, sdoppiamento delle immagini e movimenti molto rallentati. Ho assunto degli antidolorifici (Oki e Moment) ma il dolore non cessava così mi sono recata al pronto soccorso dove mi hanno poi ricoverata e somministrato ulteriori antidolorifici in vena.
Successivamente mi hanno sottoposta ad una tac, dove hanno riscontrato una cefalea. Uscita dall'ospedale ho contattato la neurologa, la quale mi ha prescritto una risonanza magnetica senza contrasto urgente. Nel referto della risonanza è tutto nella norma o quasi.

Di seguito le riporto la segnalazione nel referto della risonanza magnetica: non sono presenti lesioni espansive a sviluppo intra o extra-assiale ove si segnala presenza di una cisti bilobata della ghiandola pineale 1,2 cm circa di diamentro laterolaterale e 7,5 mm diametro anteroposteriore.
Sono poi andata da un neurochirurgo, la quale mi ha prescritto una risonanza magnetica con mezzo di contrasto. Di seguito le riporto il referto: non si osservano aspetti patologici a carico delle formazioni parenchimali sovra e sottotentoriali. Non aree di patologico enhancement constrastografico del parenchima. Non immagini di costrizione nelle sequenze pesate in diffusione da lesioni di recente insorgenza. Simmetriche le strutture orbitarie. Cavità ventricolari e cisternali nella norma. Aspetto leggermente cistico della ghiandola pineale.

Questa cisti può essere pericolosa? Sono preoccupata. Grazie in anticipo e buona serata.

Risposta di:
Dr. Daniele Prosetti
Specialista in Neuroradiologia e Radiodiagnostica
Risposta

La pineale cistica è tendenzialmente una malformazione congenita. Non sarei preoccupato, anche se per buona norma farei un controllo tra un anno o due. Difficile attribuire alla cisti pineale i sintomi descritti.

TAG: Chirurgia | Ghiandole e ormoni | Neurochirurgia