08-03-2017

Cisti dopo foratura del lobo dell'orecchio

Gentile Dottore, mi sono recata in farmacia per la foratura di un lobo. Ho disinfettato il lobo con Bialcool due volte al giorno e girato l'orecchino regolarmente per sei settimane. Una volta tolto l'orecchino inserito in farmacia, toccando il foro mi sono accorta della presenza di una piccola pallina di tessuto in corrispondenza del foro.
Non ho mai avuto evidenti segni di infezione, né gonfiore né dolore o fuoriuscita di pus, solo un leggero rossore attorno al foro passato dopo l'applicazione di Gentalyn beta. Ora il rossore non c'è più ma permane la presenza di questa "pallina", che sospetto possa essere una cisti e sottolineo che non vi era prima della foratura del lobo. Volevo chiedere se posso indossare comunque l'orecchino nonostante la presenza di questa formazione e come posso fare per farla riassorbire e scomparire, se ciò è possibile? Grazie. Cordiali saluti.

Risposta di:
Dr. Corrado QuadriniDottore Premium
Specialista in Dermatologia e venereologia e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

Solitamente più che una ciste si tratta di un piccolo fibroma reattivo. Non indossi per il momento l'orecchino e applichi una crema con un cortisonico per 20 - 30 gg. Se non dovesse risolvere in questo lasso di tempo, spesso il fibroma persiste. Se non le darà fastidio con l'orecchino lo può tenere a vita; in caso contrario l'unica chance sarebbe chirurgica ma tecnicamente l'intervento è un po' complicato. Cordialità Corrado Quadrini

TAG: Dermatologia e venereologia | Pelle