Buongiorno, 6 giorni fa mi sono recato al pronto soccorso della mia città a causa di una cisti sebacea di dimensioni di 2 cm e mezzo di lunghezza e 1 cm e mezzo di larghezza molto arrossata, localizzata internamente al braccio sx all'altezza dell'ascella. La cisti è stata solo suppurata e la capsula non è stata tolta. La cavità lasciata dalla cisti... Leggi di più è stata poi zaffata e coperta con una garza con cerotto a compressione, mi sono state poi prescritte le medicazioni da fare (2 medicazioni) e l'antibiotico, l'agumentin (1 compressa ogni 12 ore).Con oggi (12/5/17) ho finito le medicazioni, l'infermiere che mi ha medicato ha chiesto a un altro medico (diverso da quello che mi ha suppurato la cisti) di prescrivermi altre 4 medicazioni. Il problema è che entrambi, l'infermiere e il medico che mi ha prescritto le ultime medicazioni, mi hanno dato informazioni contrastanti riguardo la rimozione della capsula della cisti. Uno mi ha detto che ormai la capsula non si può più rimuovere, se la cisti recidiverà dovrò farla nuovamente incidere (il medico); l'infermiere mi ha detto che devo far rimuovere la capsula altrimenti c'è il rischio che la cisti si riformi.Attualmente ho una medicazione diversa dallo zaffo nella ferita. Il chirurgo che mi ha suppurato la cisti inoltre mi ha detto che devo far rimuovere anche la capsula sennó la cisti potrebbe recidivare. Ora non capisco cosa devo fare, se devo far rimuovere la capsula della cisti ora che la ferita è ancora aperta oppure se devo aspettare che cicatrizzi per poi rifarmi incidere il braccio e farmi togliere la capsula. Inoltre mi è stato detto che i tempi di attesa per un intervento di rimozione della capsula nell'ospedale dove sono andato sono di due mesi, cosa dovrei fare ora? Aspettare 2 mesi con una ferita aperta e zaffata? Andando privatamente si possono abbattere i tempi? Se non mi venisse rimossa la capsula qual è la probabilità che una cisti di queste dimensioni possa recidivare?