Search
I medici più attivi
Ultimi articoli
14-03-2019

Clamidia

Buongiorno, un anno fa da un analisi del sangue delle immunoglobuline sono stato trovato positivo al batterio della clamidia tracomatis che mi ha portato ad una congestione della prostata ed epidimite , ho cominciato la cura con antibiotici : Zithromax, claritromicina,levofloxacina e Ciproxina, con dosaggi più bassi delle dosi indicate in quanto il medico ha ritenuto tenere le dosi più basse ma prolungare il tempo di somministrazione, ma il valore era sempre positivo. In ultima fase ho provato la MINOCICLINA ma gli effetti sono si diminuiti ma ancora persiste qualche fastidio alle vie urinarie. Come mai il batterio e’ così resistente?
Risposta
Caro signore ,la sua patologia è comune a tutti gli uomini e di conseguenza alle loro mogli o conviventi ( "a trasmissione sessuale" 95%).Tutti gli antibiotici nominati sono validi per la cura ( a dosaggio pieno e minimo 10 giorni) perché riescono ad entrare nelle cellule e raggiungere i batteri endocellulari come clamidia e micoplasmi. Seguire tali modalità 1-terapia anche alla partner 2-continuare il rapporto durante la cura con preservativo(necessario).Saluti
TAG: Andrologia | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!