22-09-2017

Consigli per candida recidiva

Gentile dottore, sono una ragazza di 22 anni e da circa 9 mesi soffro di candida. In tutto questo tempo non sono mai riuscita a liberarmene del tutto nonostante varie terapie con ovuli e fermenti lattici. Solo ultimamente il mio medico di famiglia mi ha consigliato di effettuare un tampone vaginale che ha dato i seguenti risultati: -esame batterioscopico: lattobacilli assenti, alcuni leucociti. -esame colturale: positivo, ceppo 1, candida albicans, alcune colonie presenti.

Di conseguenza la dott. ha deciso di prescivermi una terapia con lomexin 200 mg 1 alla sera per 6 sere associato a itraconazolo 100 mg 2 compresse al giorno per 4 giorni, consigliandomi di cominciare a prendere fermenti lattici quotidianamente. Avevo pensato ai Dicloflor elle in capsule. Pensa possa essere efficace come terapia per liberarmi definitivamente della candida? Fortunatamente non ho grandi pruriti ma solo delle abbondanti perdite biancastre gelatinose fastidiose. Inoltre è quasi un anno che prendo Loette, può essere il motivo di questa mia candida ricorrente? Sarebbe magari utile cambiarla/sospenderla? Ringrazio in anticipo per la pazienza, buona serata.

Risposta di:
Dr. Cesare GentiliDottore Premium
Ginecologo, Specialista in Anatomia patologica e Oncologia
Risposta

La candidiasi ricorrente è una condizione non facile da trattare e che ogni caso necessita di una valutazione che non può prescindere dalla conoscenza diretta della paziente. Posso dare alcuni suggerimenti di base

  1. Sospendere la pillola: gli estoprogestinici favoriscono un eccessivo sviluppo della flora lattobacillare che, acidificando il pH vaginale, crea un ambiente favorevole alla crescita miceliale)
  2. Praticare una dieta povera di carboidrati: gli zuccheri promuovono a livello delle mucose lo sviluppo del fungo
  3. Evitare strapazzi fisici ed alimentari
  4. Intraprendere una profilassi antimicotica per bocca a lungo termine
  5. Accertare, di fronte a un nuovo episodio infiammatorio che non presenti le caratteristiche tipiche dell’infezione micotica, che si tratti effettivamente di Candida con un esame colturale. Alcune infezioni come la lattobacillosi e le vaginiti batteriche posso presentare una sintomatologia simile.
TAG: Ginecologia e ostetricia | Infezioni | Organi Sessuali | Salute femminile