Sesso in menopausa, le regole per ritrovare il piacere

sesso in menopausa le regole per ritrovare il piacere
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor

Il sesso in menopausa è un argomento spesso poco affrontato. In realtà non bisognerebbe sottovalutare questo periodo: la sessualità e il rapporto con il partner, nonostante il verificarsi di cambiamenti a livello fisico ed emozionale, non devono essere intaccati.

Sesso in menopausa, un tabù per milione di donne

Nel film “Il matrimonio che vorrei” diretto da David Frankel, i protagonisti Kay (Meryl Streep) e Arnold (Tommy Lee Jones) sono la classica coppia annoiata da anni di matrimonio. Esausta della routine e con molta voglia di riaccendere la passione, Kay decide di sconvolgere suo marito con una proposta particolare: una settimana di terapia matrimoniale, per riportare in vita il momento magico del loro innamoramento (sesso incluso).

Fare sesso in menopausa per tante donne è un tabù. Niente di più sbagliato. Innanzitutto, è bene conoscere che cosa si intende per menopausa e quali disturbi comporta.
È il periodo nel quale le ovaie cessano la loro attività e, di conseguenza, la produzione di ormoni estrogeni e progestinici. La carenza estrogenica può causare dolore e secchezza vaginale, ma anche disturbi del sonno e dell’umore. Di frequente, il calo dell’interesse nei confronti del sesso è associato alla riduzione dei livelli di testosterone, l’ormone che viene prodotto in modo naturale sia dalle ovaie sia dalle ghiandole surrenali.

Leggi anche:
L'orgamo è la più alta espressione del piacere sessuale, un'esperienza travolgente che uomini e donne vivono in maniera diversa.

Come affrontare il calo del desiderio sessuale in menopausa

La visione della sessualità, oggi, si è trasformata in modo radicale grazie ad una serie di cambiamenti culturali: dalla possibilità di procreare – attraverso la fecondazione assistita, anche al di fuori dell’età biologica – all’aumento dell’età media della vita (solo per fare due esempi). L’approccio, per forza di cose, deve mutare. In che modo? Prima di tutto iniziando a considerare la menopausa come un normale cambiamento e non come una patologia oppure una disgrazia (e neppure come il capolinea della femminilità). Più facile a dirsi che a farsi.

Ma quando si parla di sesso in menopausa, esistono una serie di regole per ritrovare il piacere e l’intesa. Ecco le principali:

  • Dieta sana e attività fisica: sono due aspetti importanti anche quando si parla di sesso in menopausa. Mangiare in modo equilibrato e fare del movimento possono aiutare a cambiare prospettiva, ponendosi in una condizione più favorevole e costruttiva.
  • Creare la giusta atmosfera: la parola d’ordine è “impegno”, da parte di entrambi i partner. Pronunciare frasi dolci e affettuose durante il sesso, giocare con la fantasia, stimolare l’altra persona anche solo con lo sguardo sono tutte formule da adottare che possono rappresentare un valido aiuto.
  • Non dimenticare i preliminari: sono da vivere come un gioco, ma dalla loro parte hanno la capacità di riuscire a spezzare qualsiasi forma di routine. Se a letto ci sono difficoltà non bisogna drammatizzare, ma mettersi in gioco, anche in un’età avanzata.
  • Rapporti sessuali frequenti: le coppie che hanno rapporti con una certa continuità spesso sono anche le più serene. Divertirsi sempre e comunque, magari facendo un bagno insieme, massaggiando il partner, ridendo mentre si fa l’amore, rivelandosi fantasie.

Il calo del desiderio sessuale? Una questione di testa

Pur considerando che in menopausa la libido può subire una flessione, va detto che il desiderio sessuale è legato, in gran parte, a stimoli che provengono dal cervello. Meno ansie e più complicità, dunque, senza dimenticare che all’assenza di velocità si può sopperire con la qualità. Sarà l’intimità a guadagnarci.

Per approfondire guarda anche: “Menopausa: il falso mito dell'aumento del peso”

13/12/2017
23/11/2017
Massimo Canorro
Scritto da:
Massimo Canorro
Giornalista & web content editor