Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

06-02-2013

Continuare iter in atto

Buongiorno, a mia madre di 82 anni è stato diagnosticato a gennaio 2013 un LNH diffuso a grandi cellule B. I primi sintomi sono comparsi a metà novembre: ingrossamento dei linfonodi laterocervicali dx e a fine dicembre quelli inguinali da entrambi i lati. A seguito ulteriori accertamenti sono risultati ingrossati anche alcuni linfonodi in sede mediastinica. La mamma soffre di una cardiomiopatia ipertrofica non ostruttiva e scompenso cardiaco (ben 3 episodi negli ultimi 2 mesi e l'ultimo ha richiesto un ricovero ospedaliero). Attualmente stiamo attendendo la stadiazione dall'Ematologia dell'Ospedale S.Orsola di Bologna (è stata appena eseguita una PET, non abbiamo ancora l'esito. Mi sembra che la situazione stia peggiorando rapidamente: tutti i linfonodi interessati sono ulteriormente aumentati di dimensioni e nel giro di 15 gg ha perso quasi 12 kg pur mangiando regolarmente (anzi ha un notevole appetito....assume 2 compresse al gg di deltacortene 25 mg....). Ci è stato detto che dopo la stadiazione ci sarebbe stata comunicata la terapia possibile, forse solo di contenimento visto le condizioni cliniche complessive...La vedo deperire giorno dopo giorno e temo che non riuscirà neppure ad iniziarle queste terapie....cosa possiamo aspettarci?Ringrazio per la cortese attenzione e porgo distinti saluti.
Risposta di:
Dr. Piero Gaglia
Specialista in Chirurgia generale e Oncologia
Risposta

Mi sembra che sia tutto corretto.

dott. Piero Gaglia

TAG: Oncologia | Tumori
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!