15-02-2018

Continuo stimolo di urinare dopo assunzione farmaco antibatterico di sintesi

Salve,

ho 25 anni e tempo fa mi è stata diagnosticata da un urologo un restringimento del collo della vescica e la cosa è da anni che mi causa problemi con l'urinare. Dato che l'urologo in questione insisteva nell'operarmi di TUIP ho deciso di consultare un altro urologo, mi ha detto che l'esame urodinamico invasivo che mi è stato fatto è stato incompleto, perché potrei sì avere un restringimento del collo della vescica, oppure potrei avere i muscoli attorno che non funzionano nel modo corretto.

Fin qui tutto bene, ho in programma un'altro esame urodinamico invasivo fra due mesi. Ma nel frattempo ho spesso la sensazione di dover urinare, che continua a ripresentarsi anche dopo aver appena urinato, soprattutto dopo cena (dopo pranzo invece no) quindi il nuovo urologo mi ha prescritto della Levofloxacina Ranbaxy.

L'altro ieri sera ho preso una pastiglia ed è andato tutto bene, ieri sera ho preso la seconda ma questa notte ad un certo punto non sono più riuscito ad addormentarmi perché ho cominciato a sentire la sensazione di urinare, più forte di quanto abbia mai sentito.

Non ho dormito e quella sensazione mi è rimasta da allora, nella notte ho avuto anche, dopo aver preso una camomilla, un attacco di nausea. E poco più tardi senso di bocca secca e fastidio nella circolazione delle mani. Quale può essere il problema? Sono normali controindicazioni della Levofloxacina e devo continuare a prenderla oppure significa che non è il farmaco che fa per me dato che sembra aver peggiorato i miei sintomi? Cosa posso fare per attenuarli? Mi conviene bere data la sensazione di secchezza in bocca, nonostante continuo a sentire lo stimolo di urinare?

Risposta

Buongiorno Signore ho preso visione della Sua e mail e Le consiglio di eseguire una uretrocistoscopia. Distinti saluti.

TAG: Adulti | Anziani | Disturbi dell'apparato uro-genitale | Esami | Farmacologia | Giovani | Reni e vie urinarie | Salute maschile | Urologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!