Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

Urinare di notte, un fastidioso disturbo detto nicturia

urinare di notte un fastidioso disturbo detto nicturia
Redazione Paginemediche Redazione Paginemediche

Doversi alzare una volta durante la notte per andare in bagno è normale, ma doverlo fare più volte ogni notte può essere estremamente frustrante e farvi sentire stanchi durante il giorno. Questo può anche essere un segno di avvertimento di problemi di salute più gravi.

Si chiama 'nicturia', ed è un termine medico che si riferisce alla necessità di interrompere il Sonno proprio per alzarsi e urinare due o più volte durante la notte. E non è un problema solo per le donne incinte o le persone anziane.

Un recente studio, che ha intervistato 5.300 uomini di età superiore ai 20 anni, ha rilevato che, negli Stati Uniti, un uomo su cinque deve alzarsi almeno due volte a notte per svuotare la vescica. La Nicturia è un fenomeno assolutamente normale in molti uomini con più di 70 anni in quanto la capacità della Vescica tende a diminuire con l’età, oppure per persone che assumono farmaci perché può essere un effetto collaterale di diuretici ed altri farmaci usati per trattare condizioni cardiache e disturbo bipolare.

Qualunque sia la causa, gli effetti del sonno interrotto regolarmente possono andare dai sintomi della depressionead una ridotta qualità di vita a causa dell’affaticamento costante che può essere devastante e se ne deve sicuramente discutere con il proprio medico di famiglia se è un problema ricorrente.

C’è un’altra buona ragione per cui non si dovrebbe ignorare la nicturia: essa può essere un sintomo di una grande varietà di problemi di fondo come disturbi relativi alla prostata. Sta di fatto che occorre parlarne con un urologo che metta a fuoco procedure per la diagnosi e per le possibili terapie. Tenendo conto che la nicturia interessa non solo le aree delle persone anziane, ma anche molti giovani, seppure in quantità diversa rispetto agli anziani.

 

Leggi anche:
La prostatite è un’infiammazione della prostata, la piccola ghiandola della grandezza di una noce presente nella vescica degli uomini.
Il punto di vista
Andrologia Urologia

La comparsa di questo disturbo potrebbe essere un campanello d'allarme di varie patologie ma potrebbe anche derivare dall’assunzione di farmaci o da cause non patologiche.

La maggior parte delle volte le cause patologiche che scatenano episodi di nicturia sono da ricollegarsi a patologie dell’apparato urinario temporanee o sistemiche. Le cause patologiche che possono provocare tale disturbo possono essere le seguenti:

  • diabete mellito o diabete insipido: un diabete scompensato o non tenuto bene sotto controllo può provocare una sete eccessiva che porterà di conseguenza a nicturia e poliuria, mentre un diabete insipido per mancanza dell’ormone antidiuretico porta la nicturia e la polidipsia.
  • Morbo di Parkinson: anche questa patologia divenuta ormai più diffusa nelle persone anziane, provocando una difficoltà nel controllare volontariamente la vescica, facilita la nicturia.
  • Scompenso ed insufficienza cardiaca: uno dei primissimi campanelli dello scompenso cardiaco e dell’insufficienza cardiaca è rappresentato dalla nicturia, in quanto durante l’arco della giornata si verifica un accumulo di liquidi e di sali che l’organismo durante la notte cerca di espellere quali liquidi in eccesso, provocando quindi nicturia.
23/11/2016
03/11/2014
TAG: Urologia | Reni e vie urinarie | Disturbi del sonno | SLEEP - Disturbi del sonno