08-03-2017

Cosa significa lesione eteroplasica?

Gentilissimi dottori, vorrei sapere cosa significa "lesione eteroplasica" se è grave, se si può curare. L'esito dell'esame toracico eseguito da mio padre (66anni, non fumatore, sovrappeso, operato alla prostata qualche anno fa) dice: "ha mostrato un aumento della formazione ovalare solida localizzata nel segmento apicale del lobo inferiore di destra, a sede subpleurica posteriore, che misura attualmente 26mm di diametro traverso massimo. Il reperto, che potrebbe essere in favore di lesione eteroplasica, va rivalutata con esame TC dopo perfusione endovenosa di mezzo di contrasto e con esame bioptico. Nel segmento apicale del lobo inferiore, piccolo addensamento parenchimale di aspetto pseudonodulare, a margini mal definiti, da rivalutare con controllo a distanza di tempo. Assenza di aree di alterata densità parenchimale di tipo focale nei rimanenti campi polmonari di entrambi i lati. Slargamenti delle regioni ilari, soprattutto a destra. Assenza di linfoadenopatie mediastiniche. Calcificazioni ateromasiche dell'arco aortico".
In attesa di una visita specialistica, vorrei sapere se la situazione è preoccupante, grave, se si può curare. Insomma, cosa significa questo reperto. Grazie di cuore a chi mi risponderà.

Risposta di:
Dr. Giorgio De Bernardi
Specialista in Allergologia e immunologia clinica e Fisiopatologia e fisiokinesiterapia respiratoria
Risposta

Per il momento non si può dare una risposta definitiva, pertanto non posso tranquillizzarla sulle condizioni di suo padre. Dovrà eseguire alcuni accertamenti, sottoponendovisi con fiducia e serenità. Sicuramente dovrà essere seguito da uno specialista pneumologo. Cordiali saluti.

TAG: Apparato Respiratorio | Malattie dell'apparato respiratorio | Pneumologia | Polmoni e bronchi