Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

06-02-2014

crisi di ansia generalizzata

Spero che qualche dottore mi aiuti perché veramente non capisco cosa mi sta succedendo.sono un ragazzo di 26 anni, faccio e ho sempre fatto una vita normalissima, ho una bella famiglia e tanti amici. Mi sapete spiegare perché ho l'ansia? Ora vi racconto quando mi è venuta: allora all età di 20 anni ho conosciuto una ragazza mi sono messo insieme a lei e siamo andati a convivere, gia dal primo periodo questa ragazza mi ha fatto stare malissimo mettendomi corna, dicendomi bugie e quantaltro. Io mi accorgevo che questa ragazza non era fatta per stare con me però non so per quale motivo non riuscivo a lasciarla. Tutto quest incubo è durato 4 anni. Io per 4 lunghi anni andavo a dormire la notte che non ero mai sereno, vivevo con una persona di cui non mi fidavo ed era bruttissimo,mi ha veveramente fatto passare le pene dell inferno! Un giorno decidiamo di farci un viaggio insieme, e manco a farlo a posta una settimana prima gli scopro degli SMS nel telefono che si stava sentendo con un altro ragazzo! Potete immaginare come mi sono sentito! Però non lho lasciata e come da programma siamo andati a farci il viaggio. Tutto è cominciato in quel viaggio a parigi. Arriviamo a parigi e la sera usciamo a fare un giro, ci sediamo in una panchina e mi metto a fumarmi una sigaretta, premetto che prima di fumarmi una sigaretta non avevo nulla, comunque arrivato a metà sigaretta inizio a sentirmi male, inizio ad avere caldo mi sudano le mani e mi sento svenire. Da li siamo tornati in hotel e la notte lho passata a piangere come un bambino e non so neanche io il perché. Avevo paura di sentirmi male in n paese straniero pensavo a cose brutte insomma stavo propio male, per tutta la vacanza sono stato così, non riuscivo a mangiare perché avevo un nodo alla gola e non uscivo in giro perché mi stancavo subito. La cosa strana e che prima di fumarmi quella sigaretta non avevo nulla! Comunque torniamo dalla vacanza e le cose al mio paese son peggiorate, mi sentivo uno straccio. Mi svegliavo la mattina e mi chiedevo se ce l'avrei fatta ad affrontare la giornata. Andavo a lavoro e mi sentivo come estraneo al mio corpo, mi girava la testa e la cosw peggiore e che era come che stessi per svenire ma di fatto non son mai svenuto. Così male sono stato per 2 settimane poi pian piano sono stato sempre meglio però non ero propio al 100%. Dopo alcuni mesi ho trovato il coraggio di lasciare la mia ragazza perché non ne potevo più. Poi ho conosciuto un altra ragazza che ora è la mia attuale fidanzata di cui sono innamorato e mi trovo benissimo. Però nonostante siano ormai passati 2 anni da quel viaggio a Parigi io non sono più lo stesso di una volta, non ho più i malesseri fisici però non sono io al 100%. Come è possibile? Se io ora sto bene convivo con una ragazza fantastica perché non sono io al 100%? E un altra cosa che non mi so dare risposta è perché non riesco più a fumare 1 sigaretta? Solo se me la metto in bocca mi si accellera il cuore. Scondo voi cosa ho? Ormai dopo 2 anni mi dovrei aver lasciato tutto alle spalle, tutti i brutti momenti passati con la mia ex sono soltanto dei brutti ricordi. E poi e possibile che dei momenti brutti passati insieme a quella ragazza mi abbiano intaccato a tal punto da sentirne le conseguenze ancora oggi? Vi prego dstemi una risposta anche sul perché non riesco più a fumarmi una sigaretta! Il mio primo attacco di ansia mi è venuto mentre mi fumavo una sigaretta è possibile che dopo due anni associo il malessere alla sigaretta? Solo se me la metto in bocca penso che mi farà male e comincia a battermi forte il cuore, mi sento le gambe e la testa leggerissime. Vi prego datemi una risposta dettagiata e ditemi il più possibile. Non ce la faccio più a non sapere cosa ho e il perché sono così. E vi prego ditemi se secondo voi mi passerà oppure se è una cosa che mi rimarrà a vita. Vi prego davvero di rispondere a tutte le mie domande e di non lasciare punti insospesi. Grazie ancora tanto per il tempo che dedicherete alla risposta
Risposta

 caro 4QVNCL3XPF la sua ansia non è legata alla sua ex-ragazza ma con molta probabilità lei ha ujna struttura dfel controllo molto forte e la paura di poter star male o di fare qualcosa di cui  non ha il controllo la fa star male. Erroreamente lei ha attribuito la causa di ciò alla sigaretta, di fatto questo non c'entra nulla è stata solo una associaizone di contiguità. Per risolvere il suo problema di ansia dovrebbe affidarsi alle cure di un buon psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo, se psichiatra è ancora meglio. Visto che ha questa difficoltà con il fumo....le confesso che è ujn bene per lei...è riuscito a smettere di fumare e questo a tutto vantaggio della sua salute fisica, il fumo è una minaccia perenne per la vita. 

Cordialmente

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!