Buongiorno,Le scrivo perchè la mia ragazza di 22 anni soffre di dermatite atopica (specialmente alle mani ma anche in altre parti del corpo) da quando era bambina, con alcuni periodi delll'anno in cui si aggravava. Ci siamo trasferiti lo scorso agosto in Spagna, in un paese di mare vicino a Valencia, mentre prima vivevamo in Piemonte. Da questo... Leggi di più inverno la situazioni alle sue mani si è aggravata molto, sono iniziate a comparire delle bollicine su tutti e due i palmi delle mani e anche su un piede, la situazione alle mani non era mai stata così drammatica in Italia (dove le bollicine non comparivano ma vi era la semplice dermatite, ha dovuto anche lasciare il lavoro perchè il dolore alle mani gli impediva di lavorare). Abbiamo comprato anche una lampada a raggi uvb che in Italia aveva risolto praticamente il problema mentre qua dopo quasi due mesi di cura non ha funzionato. Di recente ci siamo rivolti ad un centro dermatologico il quale le ha prescritto una cura a base di cortisone di 12 giorni (per via orale e una crema), diminuendo le dosi di giorno in giorno, dicendoci che la situazione era troppo grave e la lampada non funzionava finchè non vi fosse un miglioramento. Ieri ha terminato la cura con il cortisone e le mani erano praticamente tornate normali ma già da ieri, ultimo giorno di cura con dosi molto basse, le bollicine sono riiniziate a ricomparire se pur non in maniera massiva. Abbiamo anche fatto test allergologici ed è risultata molto allergica ad acari e al cobalto. Ci hanno anche detto che qui sulla costa ci sono molti acari...E' possibile che questo aggravamento (la mia ragazza dice che si tratta di disidrosi) sia dovuto ai soli Acari (che tra l altro stranamente non le causano problemi respiratori) o ad altri fattori presenti solo in ambienti marini? Perchè una situazione del genere in Italia non ci era mai capitata. Grazie mille della pazienza