Da circa tre settimane avverto un pizzicore-bruciore intermittente e ondivago in zona epigastrica, dorsale e ai fianchi. Esso è presente anche molte ore dopo i pasti. A volte ho la bocca acida e un nodo allo stomaco. Un mese fa sono stato dall'otorino per una laringite che il medico ha ritenuto fosse causato dal reflusso: ho preso per tre settimane pantaprazolo 20 mg ma senza risultati. Soffro di ansia somatoforme (prendo sertralina 20 mg) che si manifesta con fascicolazioni al diaframma e in questo periodo sono molto stressato e sedentario. Ho anche cifosi e scoliosi moderate. Ho fatto un'ecografia addominale per una visita urologica a luglio. Per questi miei fastidi in zona epigrastica può essere utile una gastroscopia? Oppure è un "blocco" del diaframma? (Uomo, 30 anni, 184 cm e 69 kg non fumatore e astemio).