09-01-2017

Diagnosi di IGT

Gentili Dottori, scrivo in merito alle condizioni di salute di mia figlia, normopeso di 15 anni, nessuna malattia importante, parenti di secondo grado da parte di mia moglie con diabete ma non saprei dire di che tipo. L'estate scorsa mia figlia si trovava fuori casa ed ha avuto un episodio di mancamento di forze associato a disturbi visivi (lei li definisce come scintillii) è stata fatta distendere e gli è stata data dell'acqua zuccherata dopodiché è stata meglio.

Pochi giorni fa ha avuto un altro episodio, ho misurato la pressione (48/90). Mi sono rivolto al medico di base che ha sospettato una IGT. Mi ha prescritto una curva glicemica con 75gr di glucosio, essendo un Tecnico di Laboratorio ho aggiunto anche una insulinemica ed una emoglobina glicata. Riporto i valori delle due curve, il valore della glicata non lo ricordo esattamente comunque era nei range di normalità. Glicemia bas: 69 mg/dL +60': 114 mg/dL +120': 84 mg/dL Insulina bas: 4.6 micU/mL +60': 52.3 micU/mL +120': 29.8 micU/ml Il medico dopo aver visto questi valori ha confermato la diagnosi di IGT. Senza voler entrare in ambiti che sono estranei al mio ruolo, vorrei avere un vostro parere su questi parametri, al di la della diagnosi. In sostanza devo preoccuparmi? Ringrazio in anticipo per l'attenzione, scusandomi se magari sono stato un po' prolisso.

Risposta di:
Dr.ssa Ilaria GiordaniDottore Premium
Specialista in Diabetologia e malattie del metabolismo e Endocrinologia e malattie del metabolismo
Risposta

Non si tratta di IGT, le glicemie sono normali. Dai sintomi e dal fatto che si siano risolti con lo zucchero, si tratta verosimilmente di ipoglicemia reattiva, una condizione dovuta all'insulino resistenza (per cui è predisposta avendo familiarità per diabete, se di tipo 2, e se fosse anche in sovrappeso).

Anche la glicemia basale tra l'altro tende ad essere bassa. La diagnosi di ipoglicemia reattiva si effettua con la curva glicemia ed insulinemica fino almeno a 3 ore. A questo punto, considerati i sintomi, potrebbe anche essere non indispensabile ripeterla. Deve fare una visita endocrinologica che le servirà per conoscere anche gli accorgimenti utili ad evitare questi episodi.

TAG: Biochimica clinica | Diabete | Ematologia | Endocrinologia e malattie del ricambio | Esami | Patologia clinica