Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

08-01-2019

DIPLOPIA POST ICTUS

Salve, avrei bisogno di un consiglio. Mia madre tre settimane fa ha avuto due ictus di cui uno in ospedale. é stata fatta una risonanza dopo 12 giorni di ricovero il cui esito è il seguente:Si confermano le aree di iperintensità nelle seguenze a Tr lungo a sede cerebellare destra e talamo mesencefalica sinistra, mute in DW e con impregnazione da danno di barriera dopo gadolino per accedente vascolare ischemico in fase sub-acuta. Piccola area di restrizione in DW a carico dell'emisfero cerebellare a sede parasagittale sinistra da accidenete vascolare ischemico in evoluzione. Iperintensità gliotiche in regione fronto pariatale sotto corticale bilateralmente e a carico dei centri semiovali. In considerazione del lato clinico anamestico, dopo gadolino non evidenzia di impregnazioni patologiche da riferire a lesioni secondarie. Sistema ventricolare sopra e sotto tentoriale in sede regolare. Normali gli spazi sub-aracnoiei lesionali. Potreste aiutarmi a capire come è la situazione? Se è in grado di recuperare con una buona terapia? Attualmente avverte una diplopia e stanchezza muscolare però riesce a muovere bene gli arti sia superiori che inferiori a letto perchè ancora non hanno provato a metterla in piedi. Sono molto preoccupata. Potreste aiutarmi a capire se in grado di recuperare la vista e camminare? Attualmente è ricoverata in un centro di riabilitazione che le sta applicando un bendaggio ad un occhio. E' corretta questa terapia per la diplopia? Grazie anticipatamente

Risposta di:
Prof. Carlo Gandolfo
Specialista in Neurologia e Terapia fisica e riabilitazione
Risposta
Sua madre ha avuto un recente ictus ischemico in territorio vertebro-basilare che certamente è la causa della diplopia. Occorre studiare bene la malata per individuare la causa dell'ictus, anche al fine di instaurare una adeguata terapia per evitare ricadute. Un malato con ictus deve essere prontamente sottoposto a trattamento riabilitativo e sembra inverosimile che dopo 12 giorni non sia stata ancora fatta alzare e camminare, se non ci sono deficit di forza gravi agli arti. Prof. Carlo Gandolfo - Neurologo.
TAG: Neurologia
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!