Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

18-02-2014

Direi che la terapia è giusta: aggiungerei riabilitazione del p. pelvi

Salve vi racconto brevemente la mia storia..... sono vergine e sposata da meno di un anno.... Dopo aver provato per mesi ad avere rapporti sentendo all atto penetrativo un dolore pungente come un coltello.... Quindi rapporto impossibile. Mi sono recata da un ginecologo per capire il mio stato ovviamente non è stata possibile una visita approfondita. Premetto che da diversi giorni nella zona clitoride si forma tipo una crema bianca e a volte pririto avendo avuto gia un episodio di candida, non mi sembrava fosse cosi. comunque Questa la diagnosiVulvodinia Genitali esterni da nullipara imene compiacente, vagina regolare per calibro e profondità Swab test h8 e h5 3+Ipertono muscolare 1+Iperemia diffusa bulbo-vestibolareLaroxyl 2gocce a sera per una settimana; 4 gocce per la seconda settimana 6 gocce per la terza settimana per 3 mesiDaktarin crema 2 volte al giorno per 15 giorniNormast 600 1 bustina al giorno x due mesiZoloder cp 200mg1 compressa giorni alterni x 1 settimana;1 compressa a settimana x 4 settimane;Poi 1 compressa dopo 15 giorni poi una dopo 20 giorni e una dopo 30.Sono sfiduciata e frustrata non si se sia il percorso giusto aiutatemi
Risposta di:
Dr. Maurizio Simonelli
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Risposta

Stia tranquilla! La prima cosa è capire il problema. Di solito la vulvodonia origina in donne con storia di vulvo-vaginiti recidivanti, con un pessimo rapporto con il loro perineo ed a volte traumi psicologici legati alla sfera genitale! E' fondamentale imparare a contrarre e rilasciare il pavimento pelvico, magari tramite una riabilitazione del pavimento pelvico, arrivando a massaggiare progressivamente e dilatare l'introito vaginale; usare lubrificanti per evitare l'attrito al rapporto, avere dei preliminari prolungati ed un rapporto il più dolcemente possibile! La terapia segnata è corretta!

TAG: Ginecologia e ostetricia | Organi Sessuali | Salute femminile
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!