Buongiorno vorrei esporre un problema:effettuando una visita di controllo per attivita' sportiva a mio figlio di anni 12 fu riscontrato un WOLF PARKINSON PARKER abbiamo effettuato gli accertamenti del casouno STUDIO ELETTROFISIOLOGICO TRANSESOFAGEO e prova da SFORZO SU TAPPETO presso ente ospedaliero pubblico (da parte ci sono i risultati dei due esami.Il ragazzo quando svolge attivita' sportiva (gioca a calcio) accusa sempre mancanza di fiato la cosa puo dipendere sempre dal wolf o altro? il ragazzo oltre a questa mancanza di fiato non accusa niente altroe il caso di effettuare esami piu approfonditi ?L'esame ELETTROFISIOLOGICO e da ripetere annualmente? in attesa di una vostra risposta Distinti saluti Diagnosi ESAME ELETTROFISIOLOGICO DEL PRETE CRISTIAN a. 12Preeccitazione ventricolare asintomatica da via accessoria posterosettale destra. Richiesta diidoneità sportiva generica.STUDIO ELETTROFISIOLOGICO TRANSESOFAGEOL' esame è stato eseguito, previo Consenso informato di entrambi i genitori, senzasedazione, eseguito senza difficoltà e senza complicazioni.Con tecnica del singolo extrastimoio su dri ie asincrono si calcola uii Periodo ReliaitarioAnterogrado della Via Anomala (PRAVA) di 260 ins; con drive dello stesso ciclo il dopgioextrastimolo determina un PRAVA di 250 ms. Anche con il terzo extrastimolo non si induconotachicardie reciprocanti.Con pacing atriale a frequenza crescente si induce il blocco della conduzioneatrioventricolare 1 : 1 a frequenza di 187 blm.Con protocollo aggressivo, ripetuto tre volte, non si induce Fibrillazione atriale.Dopo isoproterenolo che induce una riduzicjne del ciclo sinusale di circa 1'80% il PRAVA,con drive asincrono e singolo extrastimolo, è di 220 ms; con doppio extrastimolo resta di 220 ms.Non si inducono tachicardie reciprocanti.Il pacing atriale dopo isoproterenolo a freqiienza crescente induce il blocco della conduzioneatrioventricolare 1 : 1 a frequenza superiore a 2 10 b!m.Lo stesso protocollo aggressivo dopo isoproterenolo non induce fibrillazione atriale.CONCLUSIONI. PREECCITAZIONE VENTRICOLARE ASINTGMATICA A BASSORISCHIO PER ARITMIE MAGGIORI.Allo stato tale condizione non rappresent;! una controindicazione all'attività sportiva.Napoli, 18.1 1.2004 DIAGNOSI PROVA DA SFORZOmotivo di arresto della prova ESAURIMENTO MUSCOLAREDI BASE E PRESENTE PRE ECCITAZIONE VENTRICOLARE CHE SI RIDUCE MA NON SCOMPARE DURANTE L'ESAME .OTTIMA CAPACITA' FUNZIONALE