29-09-2016

Dolore al ginocchio ed esostosi

Buongiorno, mio figlio di 9 anni, pur non avendo subito traumi, qualche giorno fa ha manifestato forte dolore al ginocchio sinistro (eravamo ad un parco divertimenti e ha camminato molto). Poiché alla palpazione si avvertiva una formazione dura sulla parte laterale interna del ginocchio lo abbiamo portato in PS. Il referto dell'rx è il seguente: in regione metafisaria distale femorale si apprezza escrescenza ossea a larga base di impianto di circa 14x7 mm, cui si associa qualche piccola, irregolare calcificazione nelle parti molli adiacenti. I reperti descritti si associano per base di impianto e per caratteristiche morfo-strutturali orientano in prima ipotesi verso esostosi osteocartilaginea con qualche piccola calcificazione del cappuccio. Si consiglia RMN urgente (della quale riporto il referto): in regione metafisaria distale femorale, versante mediale anteriore, si delinea verosimile esostosi, con discreto cappuccio cartilagineo, si associa diffuso edema della spongiosa ossea adiacente. L'esostosi impronta il vasto mediale in corrispondenza della porzione muscolo tendinea. Si associa edema delle parti molli adiacenti. Regolari i collaterali e i crociati. Regolari i menischi, il corpo di Hoffa ed il tendine rotuleo. Appena percettibile versamento articolare raccolto nel recesso sovrarotuleo. Regolari i profili cartilaginei femoro-tibiali e rotulei.

So che senza vedere le immagini della RMN non è possibile dire null'altro rispetto a quanto descritto dal referto ma le chiederei un chiarimento in attesa della visita fisiatrica e ortopedica già fissata a breve. In questo caso si può parlare di diagnosi CERTA o non è da escludere che si tratti di patologia maligna (come paventato in pronto soccorso, pur avendoci detto che potevamo stare relativamente tranquilli)?
Mi scuso per la lunghezza del quesito ma sono piuttosto in ansia. Cordiali saluti.
Risposta di:
Dr. Roberto Antenucci
Specialista in Medicina fisica e riabilitativa
Risposta
Buonasera, così come viene descritta la situazione appare più verosimile una diagnosi di benignità.
Le visite già prescritte saranno certamente più esaustive, ma resta l'ottimismo.
Cordiali saluti
TAG: Esami | Medicina fisica e riabilitativa | Ortopedia e traumatologia | Radiodiagnostica
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!