07-05-2002

Dolore in corrispondenza del fegato

Avverto Dolore al quadrante addominale alto destro in corrispondenza del fegato. Secondo alcuni esami eseguiti all'incirca un mese fa mi era stato riscontrato un valore di Bilirubina non coniugata di poco superiore ai valori massimi consentiti. Vorrei sapere se questo Dolore può essere dovuto a questi valori non nella norma. Aggiungo inoltre che da alcuni giorni (6 giorni per la precisione) sto assumendo un farmaco il cui principio attivo è "Nimesulide". Potrebbe anche questo aver influito sul dolore lancinante e non continuo che avverto? Grazie dell'aiuto ed attendendo una celere risposta, vi porgo i più distinti saluti. A.T.
Dr. Fegato.com
Risposta di:
Dr. Fegato.com
Risposta
Probabilmente non c'è alcun nesso tra il lieve aumento della bilirubinemia ed
il dolore che lei ora avverte. E' possibile che la nimesulide le abbia dato
questo dolore e pertanto dovremmo ipotizzare che si tratta di un dolore
gastrico. E' opportuno farsi visitare dal suo medico di fiducia ed
evenualmente effettuare una ecografia addominale.
TAG: Epatologia | Fegato | Gastroenterologia | Medicina interna
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!