Buonasera sono un ragazzi di 22 anni.Sono stato operato nel 2019 ad un varicolcele sinistro di 4 grado e mezzo (così mi hanno detto) tramite gel.Solo che da lì ho sempre avuto dolori frequenti ai testicoli sopratutto proprio al sinistro di lato.Ho fatto molte visite urologiche con ecografie ma tutte con lo stesso risultato, torno a casa con il dolore senza sapere cosa potrebbe essere perché non ci vedono niente. Ho provato molte cure antibiotiche e antinfiammatorie, ma il dolore non passa mai completamente. A volta passa per dei periodi e poi torna. Tutte le volte che mi lavo o tocco i testicoli mi fanno male, ed è un dolore jon fortissimo ma brutto che sempre mi fa preoccupare e pensare ad una futura torzione, nonostante almeno al momento per fortuna è stata esclusa.Mi hanno detto che potrebbe essere perché hanno sbagliato ad operarmi tramite sclerobolizzazione essendo il varicociele troppo grande, e che sarebbe stato meglio operare in maniera diversa. Quindi in sostanza devo tenermi il dolore. Al momento sto prendendo antinfiammatori naturali ordinati da urologo come flogasine.Per essere precisi il dolore è situato in basso al testicolo sinistro, dal lato sinistro in basso. Vicino alla zona dell'epididimo. Ed è un dolore fisso ma con fitte e come "strizzotti"Avrei 2 domande da fare:La 1 è se è veramente possibile che a distanza di 2 anni ancora rimanga il dolore? La causa può essere veramente l'operazione? È una situazione stressante perché oltre ad essere una cosa penso anormale per un ragazzo di 22 anni, il fatto di non ricevere risposte precise mi aumenta la preoccupazione.La seconda domanda invece era se veramente è stato sbagliato il metodo di operazione in relazione alla grandezza del varicociele.E se avete qualsiasi consiglio da darmi vi prego di scriverlo che mi tornerà sicuramente utile. Grazie mille.