Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

29-06-2006

Dopo un normale controllo mi è stato riscontrato

Dopo un normale controllo mi è stato riscontrato prima un blocco intermittente della branca destra e poi un lieve prolasso mitrale con rigurgito di minima entità. premesso che non avverto fastidi di alcun tipo e che fino a qualche mese fa ho svolto regolarmente attività sportiva anche più volte a settimana Vi vorrei chiedere alcune cose: le due patologie sono correlate tra loro? è possibile che si tratti di anomalie congenite fino ad oggi mai individuate o rappresentano il sintomo di un peggioramento in atto? che tipo di collegamento esiste tra il prolasso mitrale ed il mio carattere abbastanza ansioso e preoccupato (ovvero ciò può portare ad un peggioramento della patologia?) ho letto che il prolasso mitralico è abbastanza diffuso nella popolazione e nella grande maggioranza di casi non comporta problemi di alcun tipo. Ma se dovesse verificarsi un peggioramento che linee di intervento sarebbero possibili? posso star tranquillo nel continuare a svolgere attività sportiva a livello non agonistico (un paio di volte a settimana in piscina)? c'è qualche precauzione a livello generale da prendere per tenere d'occhio l'evoluzione della situazione e per evitare il peggioramento della stessa? Grazie mille per l'attenzione... Saluti
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
Il blocco di branca dx intermittente non è una condizione che si associa comunemente al prolasso della mitrale; potrebbero essere due situazioni indipendenti e comunque non significative di peggioramento. Non c’è poi correlazione fra ansia e peggioramento del prolasso. Il tipo di prolasso che Lei descrive (lieve e con minimo rigurgito mitralico) in genere ha un’ottima prognosi e deve semplicemente essere monitorato con un’ecocardiografia ogni 3-5 anni. E’ molto improbabile che si verifichi un peggioramento nei casi come il suo, ma se dovesse avvenire, esisterebbero diverse possibilità chirurgiche, anche conservative (plastica ricostruttiva) che offrono in genere ottimi risultati.
Può continuare a fare attività sportiva non agonistica. Le consiglierei però un test da sforzo per escludere che ci siano aritmie durante esercizio.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!