31-07-2018

Dubbio in gravidanza

Buonasera, sono incinta di 13 settimane e ieri sono stata a cena a casa di amici che avevano cucinato la pasta alla carbonara con uova e guanciale (confermando che, conoscendo il mio stato di salute, erano stati attenti alla cottura di entrambi questi ingredienti). Io onestamente ho mangiato solo due pezzetti di guanciale ma poi non mi sono sentita di proseguire per paura di contrarre la toxoplasmosi, visto che non conosco la cottura "giusta" per il guanciale. Secondo lei c'è il rischio che io abbia contratto la toxo? E c'è un tempo minimo in cui è corretto cuocere il guanciale per renderlo "innocuo"? Grazie in anticipo

Risposta di:
Dr. Cesare GentiliDottore Premium
Ginecologo, Specialista in Anatomia patologica e Oncologia
Risposta

No nessun rischio. Il toxoplasma resiste alla cottura a 60-70° solo per qualche minuto, Inoltre le carni di maiale in commercio e provenienti dagli allevamenti di tipo industiale sono esenti dal toxoplasma in quanto le scofe e i nati non abbondanano mai le stalle e quindi non vengono a contatto con le feci di animali prevalentemte domestici ( il gatto) portatori del protozoo

TAG: Adulti | Effetti Collaterali | Ginecologia e ostetricia | Giovani | Gravidanza | Nutrizione | Prevenzione | Salute femminile | Scienza dell'alimentazione
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!