Durante il terzo trimestre della gravidanza ho sofferto di un forte prurito e la mia pelle ha assunto una colorazione bruna (non gialla). Fosfatasi alcalina e bilirubina erano nella norma mentre le aminotransferasi e la gamma GT ne erano abnormemente al di sopra. Mi è stata amministrata colisteramina senza risolvere la situazione, i medici non... Leggi di più hanno dato un nome a questa mia condizione e detto che il feto non avrebbe sofferto di quello che stava succedendo al mio fegato anche se poi si è rivelato errato perché mio figlio ha dovuto essere rianimato e messo in incubatrice. Sul vostro sito ho trovato questa definizione: Colestasi intraepatica della gravidanza anche se non corrisponde esattamente a ciò di cui ho sofferto.La mia domanda è questa, se dovessi intraprendere una nuova gravidanza quali precauzioni dovrei prendere? E' sistematico soffrire di nuovo di questa patologia nelle gravidanze successive? Mi potreste consigliare un centro specializzato dove possa ricevere consigli e che si possa occupare del mio caso con competenza e professionalità? Grazie per il vostro aiuto.