L’ESPERTO RISPONDE

è come se il mio cervello si fosse posto uno stop

Buongiorno, vi scrivo per un "malessere" che sento da un pò.. ma questa settimana è giunto all'apice, non so se è una malattia mentale.. o boh. ho ventisette anni, ho sempre lavorato nell'azienda di famiglia e fatto l'università assieme e oltre ad altri corsi e sport. Ho sempre ammirato chi fa molte cose, chi sa molte cose e così ho voluto essere... Leggi di più anch'io. Ultimamente la situazione al lavoro m'è diventata molto pesante e fatico a gestire il tutto.. arrivo a casa che non ce la faccio a concentrarmi su altro e a dedicarmici. dovrei studiare e laurearmi ma non ne ho voglia, non ne vedo quasi il motivo visto che un lavoro ce l'ho, pertinente alla mia laurea, che molti amici-colleghi laureati sono senza o fanno tuttaltro.. Ma mi ritengo fortunata ad averne uno, ma comunque a lavoro ho una situazione incasinata, non ci sono dei ruoli definiti, non vengo pagata perchè lavoro e vivo cmq in casa dei miei, mi mantengono e non mi fanno mancare nulla..però il dovergli sempre chiedere senza disporre di risorse mie mie.. mi pesa! Mi alzo alla mattina senza un obbiettivo.. e sento il mio cervello, e il mio corpo lo asseconda con uno stato di spossatezza, che si rifiuta di imparare e di fare qualcos'altro.. è come se il mio cervello si fosse posto uno stop e fosse come un bicchiere d'acqua pieno, e io voglio continuare a riepirlo buttandoci ancora acqua ma non fa altro che ricacciarne fuori. Parto con il principio che io ho bisogno di tutte queste cose..lavoro, sport, università ecc.. xò non ricevo soddisfazioni da nessuna di queste.. e vado avanti per inerzia.. senza volontà, decisione e un obbiettivo.. e quindi anche quando non riesco a far qualcosa.. fa lo stesso! quando è una cosa che ho sempre odiato il "fa lo stesso"! ma ora la mia mente pensa che non cambia nulla, o beh pace la faremo domani, o adesso non c'ho voglia, .. e quando a forza di rimandare esaurisco poi il tempo.. e ovviamente fallisco nelle mie cose, nelle consegne per l'università.. non so, mi sconvolge che non me ne importi nulla anche di fallire o deludere altre persone. Dico che sono diventata insensibile a qualunque cosa...nonostante deludermi e deludere altri mi pesi tantissimo.. anche estranei.. alla fine vince il "fa lo stesso".. Anche a casa ho uno spazio che potrebbe essere mio ma diviso con mia sorella e non risco ad averlo come vorrei..lei è disordinatissima, io ordinerei anzi avrei ordinato anche le camicie per colore.. all'inizio la cosa mi faceva innervosire e poi sono passata al salviamo i nervi, non arrabbiamoci, fa lo stesso.. pace.. per ora è così. Ma a forza di dire così l'ho fatto in qualunque contesto. Non ho una storia con un ragazzo da un pò.. pace fa lo stesso non ne ho bisogno.. ma è una cosa che odio proprio il "fa lo stesso". Non so cosa fare perchè continuo a dire che è un momento, che passerà, che magari sono stanca perchè non mi fermo mai.. ma è poi passa il tempo.. e io rimango così.. incosciente della direzione della mia vita. Vi ringrazio per l'attenzione

Risposta del medico
Specialista in Psicoterapia

Gentile utente, mi rendo conto che lei è veramente stanca e demotivata. Lo apprendo in modo inequivocabile da quanto scrive. La pressione è notevole e, alla lunga, si rischia di esplodere; anche se, a tutta prima, sembra che lei riesca a contenere il tutto ripetendosi il mantra “fa lo stesso”. Non credo possa funzionare a lungo.  Temo si trovi in una fase che precede di poco il crollo o esaurimento (burn-out, nel linguaggio attuale) e la esorto a riconoscere questa sua condizione psico-fisica ed emotiva. Vale la pena chiedere un sostegno da parte di un professionista esperto che la aiuti a ritrovarsi in quel suo groviglio di doveri, idealizzazioni, sensi di colpa, frustrazioni ed altro ancora … E’ necessario dare un assetto diverso alla sua “casa”, fare un po’ di pulizia, sbarazzarsi di elementi che non servono più e valorizzare ciò che, in questo momento, rappresenta qualcosa di molto importante per lei (e che magari non ha mai considerato appieno).

Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
articoli correlati
la-depressione-muta-la-struttura-del-cervello--
La depressione muta la struttura del cervello
3 minuti
La depressione muta la struttura del cervello
Cos'è l'amore in psicologia?
3 minuti
Cos'è l'amore in psicologia?
Cosa spinge i giovanissimi al suicidio e all’autolesionismo?
3 minuti
Cosa spinge i giovanissimi al suicidio e all’autolesionismo?
Intestino, il nostro secondo cervello
1 minuto
Unisciti ad una community di oltre 50mila persone per ricevere sconti esclusivi e consigli di salute dai nostri esperti.
Ho letto l'Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali
Cerca un medico nella tua città
Specialista in Psicologia e Psicologia e Psicoterapia
Sesto San Giovanni (MI)
Specialista in Psichiatria e Psicologia
Prov. di Milano
Contatta il migliore specialista nella tua città
Specialista in Psicologia e Psicologia e Psicoterapia
Pisa (PI)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Firenze (FI)
Specialista in Psicologia e Psicologia clinica
Milano (MI)
Specialista in Psicologia
Pisa (PI)
Specialista in Pediatria e Neuropsichiatria infantile
Prov. di Varese
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Roma (RM)
Specialista in Psicologia ad indirizzo medico e Criminologia clinica
Pescara (PE)
Specialista in Psicologia e Psicoterapia
Milano (MI)