Search

I medici più attivi

Ultimi articoli

10-05-2013

E' l'unica strada farsi monitorare

Buoan sera le vorrei chiedere un informazione.Dunque io son rientrato in sardegna da mia madre per la stagione estiva,ma stavo fino a poco tempo fà in montagna sui 2000 mt d altezza circa..Ho passato un brutto inverno.. la motivazione è che ,a novembre scorso gradualmente ho smesso di prendere la paroxetina (ne facevo uso da tanti anni per attacchi di panico)a fine gennaio mi son ritrovato in una ricaduta e abbassamento del tono dell umore che mi ha costretto a riprendere serupin 20 mg fino ad arrivare a 30.ero in visita da un psichiatra in lombardia che mi ha prescritto il remeron o mirtazapina (in quanto col serupin avevo seri problemi ad eiaculare) adesso mi trovo con tale dosaggio 30 mg di remerun e 10 mg al mattino di serupin (quando non riesco a dormire mi prendo un mg di minias.).il problema è che non ce la faccio a diminuire il serupin .perchè sembra che mi ritorni la depresione, qualche crisi di pianto e stò riscontrando anche la pressione arteriosa alta (minima e massima alta, mi sento un pò smarrito e sfiduciato ) adesso infatti stò riprendendo anche 13 gocce di delorazepam la sera oltrea 30 mg di remeron . L altro giorno il cardiologo mi ha prescritto una pastiglietta per la pressione: 10 mg di olmetec al mattino.Adesso in pratica stò mantenedo la sera 13 mg delorazepam e 30 mg mirtazapina e al mattino 10 mg di paroxetina e 10 mg olmetec e mi stò regolando da solo anche perchè in quest isola non si trova uno psichiatra in gamba manco a pagarlo oro...chi può darmi un consiglio è bene accetto. grazie.
Risposta di:
Dr. Alberto D'Argenio
Specialista in Psichiatria e Psicologia e Psicoterapia
Risposta

 Due rapiede riflessioni :

1. io non credo che lei possa stare bene d'umore solo se prende la paroxetina, sicuramente vi sono altri farmaci (es. venlafaxina) che possono aiutarla in tal senso con una minore incidenza sulle funzioni sessuali;

2. per quanto sia divetato relativamente avvezzo all'uso di farmaci, deve assolutamente farsi monitorare da uno specialista, perchè è facile con le terapie fai da te assuefarsi ai farmaci, in particolare alle benzodiazepine (visto che peraltro lei prende il Minias che è un farmaco molto efficace ma può dare frequentemente  assuefazione).

Presso gli ospedali universitari di Cagliari in particolare ed anche di Sassari  vi sono degli ottimi servzi di psichiatria che potrebbero seguirla. 

Mi permetta di suggerirle, vista la sua età ancora giovane, di seguire anche un percorso di psicoterapia da associare alla farmacoterapia, può davvero esserele molto utile.

In bocca al lupo.  Dott. Alberto D'Argenio

TAG: Malattie psichiatriche | Psichiatria | Salute mentale
er icon on white
Non hai trovato quello che cercavi?
Chiedi un consulto gratuito agli esperti di Paginemediche!