20-12-2005

Ecocardiografia transesofagea

Caro esperto nel 2002 ho avuto un tia, un problema si è risolto dopo ospedalizzazione e un periodo di Riabilitazione sono stato sotto cura di un neurologo è mi ha prescitto clexane 2000 totalip 20 e 5 gocce mattina pomeriggio e sera di EN qualche mese fa ho fatto gli analisi al Sangue e mi hanno trovato una glicemia alta 213 i Trigliceridi alti 320 e il colesterolo buono inferiore alla soglia sono stato ricoverato nuovamente per accertamenti e mi hanno fatto anche una tac dove si evidenziavano delle nuove ischemie e bene ricordare che la pressione arteriosa è stata sempre con questi valori 120/75 alle dimissiono il medico mi ha prescritto i sequenti farmaci PROCAPTAN 4 MG.1/2 COMPR. al mattinoFLUPID 1 CP. dopo pranzo GLIBOMET 1/2 cp. al mattino a pranzo e a cena TORASEMIDE 1cp. al martedi e vernedi inoltre essendo che non si spiega da dove derivano queste ischemie mi ha consigliato di fare un eco transesofageo. Cosa ne pensa l'esperto di questa cura e in cosa consiste questa ecografia sono così un cardiopatico vorrei delle risposte chiare perchè ho molta paura di ciò che mi sta succedendo? La saluto e gli invio distinti saluti e augurandoVi un buon Natale.
Redazione Paginemediche
Risposta di:
Redazione Paginemediche
Risposta
L’ecocardiografia transesofagea consiste nella valutazione ecocardiografica eseguita tramite l’inserimento della sonda ultrasonica attraverso l’esofago. Cio’ permette una maggiore accuratezza diagnostica di alcune patologie cardiache potenzialmente embolizzanti. Alla luce di tale esame si valuterà l’eventuale necessità di modifiche terapeutiche. E’ necessario comunque uno stretto controllo della glicemia e della dislipidemia.
TAG: Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare