04-10-2016

Edema Linfatico con dolori forti alle gambe

Gentilissimi, la mia è più una richiesta di aiuto, anche con indicazione di professionisti al quale rivolgermi, visto che è due anni che sto cercando di capire che cos abbia mia madre con scarsissimi risultati e tanto denaro speso. Cerco di essere veloce: due anni fa in seguito ad un malessere viene ricoverata (69 anni, sovrappeso). La dott.ssa consiglia la coronarografia per escludere problematiche al cuore. Il cuore sta bene, da quel giorno inizia il calvario. Mia madre lamenta un dolore sempre maggiore alla gamba dx, andiamo avanti per 4 mesi (esame effettuato a fine gennaio) primi di maggio ritorno dal lavoro e la trovo a letto cn febbre altissima, nessun sintomo influenzale e perdita di coscienza. Viene ricoverata in medicina, dove le diagnosticano una dermatite, mi sembrava strano, ma non sn certo un medico, anche perché gli antibiotici facevano il loro corso, la gamba era enorme e arrossata, alla fine viene dimessa con il consiglio d uso di una crema. Non sono convinta, mia madre non si lamenta mai e vedo che inizia a farlo. La porto dal primario di malattie infettive, che so essere una dott.ssa molto attenta e sensibile, che la ricovera escludendo logicamente la dermatite. Dopo due mesi dal quel ricovero, siamo a giugno, finalmente si decreta che è edema linfatico. Per accorciare i tempi di cura mi appoggio all'intramoenia. Dopo l'edema, ecco la flebite, dopo la flebite anch essa curata, mia madre non riesce più a camminare, il dolore ad un'unica gamba si è diffuso anche all'altra. I dolori fortissimi alle gambe non le permettono più di avere una vita normale. Non riesce quasi più ad uscire e la sua capacità motoria è ridotta quasi al 40%, un giorno si e uno no, Toradol per i dolori. Io vorrei solo capire, col vostro aiuto, a chi rivolgermi, a qualche medico, a qualche struttura ospedaliera che possa prendersi un po' a cuore la situazione di mia madre e vedere se esiste qualche soluzione e quale sia veramente la patologia. Non importa dove, grazie veramente per ogni consiglio che saprete darmi. Ines
Risposta di:
Prof. Luigi Iorio
Specialista in Cardiologia e Medicina interna
Risposta
Gent.ma sig.ra,
nella sua richiesta non fa cenni ad esami che hanno portato alle diverse diagnosi. La patologia iniziale è da attribuire ad un linfangite acuta complicata in seguito con una flebite. Quindi dovrà rivolgersi ad un centro di chirurgia vascolare. Dovranno quindi essere presi provvedimenti anche di tipo generale come il dimagrimento e la correzione di disturbi della coagulazione se presenti . Saluti prof Luigi Iorio
TAG: Apparato circolatorio | Cardiochirurgia | Chirurgia | Chirurgia vascolare | Cuore | Malattie dell'apparato cardiovascolare | Malattie della circolazione